PeopleSoft mette a punto i client Crm per la mobilità

Con il rilascio della versione 8.4 della sua piattaforma Crm, PeopleSoft si focalizzerà su un thin client che dovrebbe facilitare il supporto degli utenti non direttamente connessi con la rete aziendale.

Con il rilascio della versione 8.4 della sua piattaforma Crm, attesa per il marzo 2002, PeopleSoft si focalizzerà su un thin client che dovrebbe facilitare il supporto degli utenti non direttamente connessi con la rete aziendale. L'offerta sarà caratterizzata da una nuova architettura per lavoratori mobili centrata intorno a un client Ibm. "In sostanza andremo a supportare i dispositivi mobili grazie a un “footprint” almeno cento volte più piccolo di quello offerto oggi dai nostri concorrenti," dichiara Robb Eklund, responsabile del marketing dei prodotti Crm in PeopleSoft. L'approccio client-server finora seguito per lo sviluppo di questo tipo di applicazioni è stato messo in discussione perché troppo pesante e costoso. Invece di duplicare l'intero applicativo per ciascun utente mobile, PeopleSoft intende progettare una soluzione che garantisca solo le funzionalità necessarie in modo che per l'uso attraverso un apparato mobile non sia più necessario trasferire i client nella loro interezza. Il sistema, battezzato PeopleSoft Mobile Agent verrà implementato nei moduli per le vendite e i servizi. Questo nuovo approccio dovrebbe in effetti garantire una gestione più agevole dei dispositivi mobili, a scapito però di un compromesso sul piano delle funzionalità.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here