Parte dagli Usa l’opera di ridimensionamento di Alcatel

Gli effetti negativi della mancata fusione con Lucent cominciano ad avvertirsi per la casa francese. A fronte di previsioni di bilancio negative, arriva la decisione di tagliare 900 persone e chiudere tre stabilimenti proprio negli Stati Uniti.

Tre giorni dopo il grande strappo con Lucent Technologies, Alcatel rende nota la propria intenzione di chiudere tre stabilimenti negli Usa, con un taglio di circa 900 unità nella sua forza lavoro. Si tratta, in particolare, degli stabilimenti di Portland, Milpitas e Andover, che verranno chiusi come risposta al rallentamento della domanda sul mercato statunitense. La maggior parte dei tagli avrà luogo nello stabilimento di Portland, dove Alcatel produce cavi sottomarini: i tagli saranno per 480 unità, mentre le attività produttive saranno concentrate negli stabilimenti francesi e australiani.
Le chiusure e i licenziamenti diverranno effettivi nel secondo e terzo trimestre dell'esercizio fiscale in corso.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here