Parole in libertà dai protagonisti

Marco Bogni, Giorgio Pocher, Walter Rovatti Su cosa fisserete l’attenzione nel 2004? "Integreremo il nostro Visual Space con il Crm di Microsoft e sposteremo il target verso la fascia medio/alta. Per questo abbiamo stretto un accordo di distribuzi


Marco Bogni, Giorgio Pocher, Walter Rovatti

Su cosa fisserete l'attenzione nel 2004?

"Integreremo il nostro Visual Space con il Crm di Microsoft e sposteremo
il target verso la fascia medio/alta. Per questo abbiamo stretto un accordo
di distribuzione, che prevede anche la fornitura di servizi di Axapta, l'Erp
di fascia alta di Microsoft". Marco Bogni,
direttore commerciale di Indis

"Vogliamo lavorare sulla qualità del nostro QuasarX e dimostrare
ai clienti il ritorno all'investimento. Accosteremo ancora di più alla
nostra offerta la soluzione di Business intelligence di Cognos. I servizi e
l'integrazione, inoltre, impegneranno una parte consistente delle nostre risorse".
Giorgio Pocher, presidente e amministratore delegato di
Poker

"Continueremo a curare il business legato a Target Cross, ma non solo.
Siamo entrati, insieme ad altre quattro software house italiane, nel progetto
Microsoft business framework con la società FourInfo. Per ora lavoriamo
all'integrazione di Target Cross nel Crm 1.2 di Microsoft". Walter
Rovatti,
responsabile marketing di Four Bytes

Ci sono dei mercati verticali a cui state guardando con interesse?

"Le nostre 150 installazioni sono molto eterogenee, ci distinguiamo, in
particolare, nella chimica, nella meccanica e nella produzione, dove sono particolarmente
richiesti strumenti di controllo di processo, magazzino e logistica. Non è
nostra intenzione cavalcare l'onda di un mercato di moda". Marco
Bogni

"I nostri 200 clienti si distribuiscono tra manifatturiero, distribuzione,
edilizia e commercio. Sento una forte esigenza di moduli di gestione e di manutenzione
degli impianti industriali. Guardo con interesse i Paesi che stanno per entrare
nell'Unione europea". Giorgio Pocher

"Continuiamo a curare il manifatturiero, dove abbiamo la maggior parte
dell'installato. In particolare, oltre al ceramico e al meccanico, ci distinguiamo
nel settore della plastica. Le medie aziende continuano a essere il nostro mercato
di riferimento". Walter Rovatti

Quali sono le strategie vincenti per un mercato che deve evolvere?

"Le verticalizzazioni ci sembrano necessarie per rimanere competitivi.
Si tratta di applicativi che rispondono a standard riconosciuti, sviluppati
per un certo settore merceologico, da non confondere con delle semplici personalizzazioni".
Marco Bogni

"La verticalizzazione è sicuramente una strada, lo sviluppo in casa
garantisce flessibilità e parametrizzazioni apprezzate dai clienti, le
partnership completano l'offerta. Inoltre, stiamo lavorando alla costruzione
di un catalogo di "componenti di business" rivolto agli sviluppatori
ponendoci come tramite di eccellenza tra la piattaforma di sviluppo dei maggiori
vendor e i partner di integrazione". Giorgio Pocher

"Verticalizzazione, ma sempre con lo stesso applicativo base e i servizi.
Abbiamo già investito in alcuni competence center verticali e aggiorneremo
il parco installato seguendo il trend di migrazione verso la piattaforma Microsoft.
Sono molto apprezzati, inoltre, gli applicativi per la business intelligence
e il controllo di produzione". Walter Rovatti

Che ruolo ha il canale per voi?

"Per la vendita usiamo una struttura commerciale interna, mentre per le
attività di integrazione e di personalizzazione del prodotto ci avvaliamo
di cinque partner. Per la consulenza sfruttiamo la sinergia con il gruppo Il
Sole 24 Ore (Indis è partecipata dal gruppo editoriale - ndr)".
Marco Bogni

"Lavoriamo con una decina di partner commerciali e altrettanti partner
di integrazione che potranno crescere una volta che il progetto che ho anticipato
diventerà realtà. È proprio a loro che si rivolgeranno
le nostre nuove iniziative". Giorgio Pocher

"L'80% del fatturato su Target Cross è stato fatto con 12 partner.
Quelli con le maggiori capacità di vendita e di risoluzione dei problemi
posti dal cliente. Il segreto è conquistare l'azienda secondo un modello
di approccio basato sulla consulenza e sui progetti di integrazione". Walter
Rovatti

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome