Packard Bell usera Cyrix, finalmente

Sembra ormai un tradizione, ma a ogni cambio generazionale previsto Packard Bell "minaccia" di lasciare Intel per Cyrix. Succede anche ora che l’azienda si prepara ad annunciare nuovi modelli, che, in cinque casi su sei, potrebbero far uso di …

Sembra ormai un tradizione, ma a ogni cambio generazionale previsto Packard
Bell "minaccia" di lasciare Intel per Cyrix. Succede anche ora che
l'azienda si prepara ad annunciare nuovi modelli, che, in cinque casi su
sei, potrebbero far uso di processori MediaGx o MII. L'annuncio ufficiale
dovrebbe essere fatto il 15 giugno prossimo e conterranno già Windows
Distribution 98, anche se questo non potrà essere pubblicizzato prima del
25 giugno.
La nuova linea si andrebbe a posizionare sulla fascia bassa del mercato. Ci
dovrebbe essere anche un modello con MediaGx a 233 MHz, per un prezzo di
699 dollari, per salire fino ai 1.199 dollari con MII a 333 MHz. Su una
fascia più "professionale" si collocherebbero invece macchine con
processori Intel Pentium II a 300 e 333 MHz, con prezzi sui 1.600-2.000
dollari.
Negli ultimi tre anni, Packard Bell ha puntualmente minacciato di voler
rilasciare macchine non basate su chip Intel, ma poi non ha mai dato corso
al proposito, alimentando fra gli addetti ai lavori il sospetto che le
intenzioni corrispondessero solo alla volontà di mettere Intel sotto
pressione e ottenere prezzi più bassi per i processori. Questa volta il
proposito potrebbe concretizzarsi anche per le difficoltà mostrate da Inte
l
con i Celeron, che ancora mancano di modello a 300 MHz e hanno esibito
problemi di velocità.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here