Otto, la serratura smart con sblocco di prossimità

Un ambito in cui le tecnologie di Smart Home si stanno particolarmente sviluppando è quello per il controllo degli accessi fisici alle abitazioni, inteso non come sistemi di allarme ma proprio come lo sviluppo di serrature e porte "intelligenti". Si tratta di un campo in cui c'è ancora molto da fare e che sta vedendo il lancio di prodotti interessanti. Dalla California arriva ad esempio Otto, una serratura smart senza chiavi che si controlla via smartphone.

Otto è progettata come serratura smart da inserire direttamente al posto di quella già esistente senza richiedere particolari lavori di adattamento. Ha l'aspetto di una comune maniglia in metallo e integra al suo interno l'elettronica che ne governa il funzionamento e permette le comunicazioni via Bluetooth e WiFi. La maniglia è anche rotante nella parte verso l'interno dell'abitazione, per aprire e chiudere semplicemente ruotando il dispositivo.

Otto si può aprire e chiudere in vari modi. Quello normalmente previsto si basa su un controllo di prossimità: la serratura cerca via Bluetooth lo smartphone delle persone autorizzate e, se lo rileva, può essere sbloccata semplicemente premendola. La serratura può anche essere sbloccata o bloccata da remoto usando l'app dedicata. La comunicazione in questo caso avviene via Internet e WiFi e permette d esempio di far entrare qualcuno in casa anche se ne siamo lontani.

Otto prevede anche lo sblocco della serratura con un codice numerico a quattro cifre, da inserire ruotando la maniglia, e l'invio di autorizzazioni specifiche valide in determinate fasce orarie. La piattaforma software che controlla il funzionamento di Otto permette anche di tenere un archivio degli accessi effettuati nel tempo.

Nel complesso la soluzione offerta da Otto appare pratica e funzionale, con il solo limite di essere adattabile a porte che in molte nazioni, tra cui l'Italia, sono usate più all'interno di case e uffici e molto meno come porte principali. Otto prevede infatti una serratura a un solo catenaccio, separata dalla maniglia e per porte non più spesse di cinque centimetri.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here