Otto anni di ordini telematici

Il suo simbolo è un peperoncino rosso, uno bello tosto, capace di creare un grande bruciore. Ma più che gli stomaci, il peperoncino può essere inteso come un qualcosa che ha bruciato le tappe. Quando è infatti nato OnLine Catalog di Internet ancora non …

Il suo simbolo è un peperoncino rosso, uno bello tosto, capace di creare un grande bruciore. Ma più che gli stomaci, il peperoncino può essere inteso come un qualcosa che ha bruciato le tappe. Quando è infatti nato OnLine Catalog di Internet ancora non si parlava. In pratica, è stato una sorta di antesignano del commercio elettronico ed è per questo che Tech Data lo considera come il proprio fiore all'occhiello, uno strumento di cui andare fieri. Ripercorriamone brevemente i momenti più significativi per ricordare quando è stato adottato e come è avvenuta la sua evoluzione nel tempo.

1993
Per la prima volta viene introdotto OnLine Catalog, uno strumento che consentiva ai clienti di consultare il listino dell'allora Computer 2000 collegandosi direttamente via modem con il distributore e anche di effettuare ordini. L'interfaccia era ovviamente a carattere e l'impostazione un po' spartana, ma Olc si è rivelato subito uno strumento efficace. In versione Dos lo useranno 3.800 clienti.
1997 Ci vogliono quattro anni perché si abbia la prima evoluzione sostanziale di Olc, evoluzione che introduce l'interfaccia grafica e porta il catalogo online in ambiente Windows.

1998
Si inizia a sentire l'influsso di Internet e così la seconda versione per Windows di Olc consente di colloquiare con Computer 2000 anche via Telnet. In pochi mesi, questa edizione sostituisce la precedente.

1999
In ottobre arriva la prima vera edizione Internet di OnLine Catalog, che per l'occasione prende il nome di versione 2000. Questa crea un netto divario con il passato, ovviamente non in termini di interfaccia ma di funzionalità: grazie all'impiego di tecnologie ad architettura distribuita riesce a evitare alcuni dei colli di bottiglia classici della Rete, come per esempio la velocità di consultazione (la consultazione del listino avviene infatti offline).

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here