Orange, piani di fusione

Non ha fatto in tempo a essere comperata e già pensa a fondersi. Per il terzo operatore cellulare britannico, Orange, si è aperta una fase rovente: dopo l’annuncio dell’acquisizione da parte di France Telecom, arriva la notizia di una ipo

Non ha fatto in tempo a essere comperata e già pensa a fondersi. Per
il terzo operatore cellulare britannico, Orange, si è aperta una fase
rovente: dopo l'annuncio dell'acquisizione da parte di France
Telecom, arriva la notizia di una ipotesi di fusione con l'olandese
Kpn Mobile e la finnica Sonera. I rumori sono circolati domenica
sulla stampa inglese, che ha rilanciato la voce di un piano per la
creazione di un mega-operatore da 135 miliardi di sterline (oltre 200
miliardi di dollari), capace di tener testa alla concorrenza di
Vodafone Airtouch. Secondo le indiscrezioni, Orange lancerebbe per
prima cosa l'offerta su Sonera, la più "conveniente" delle due prede
con una valutazione di circa 18 miliardi di dollari. Con la presenza
diretta in Finlandia Orange acquisirebbe il controllo di operazioni
in Scandinavia, nell'area del Baltico e in Turchia. Attraverso Kpn
Mobile, invece, si potrebbero sfruttare interessanti connection in
Asia e negli Stati Uniti, dove Kpn ha relazioni con Qwest e Bell
South. Kpn Mobile è controllata al 43% dallo Stato olandese e verrà
quotata entro fine anno.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here