Oracle spinge l’Identity management

Il software di Im di supporto a 10g sarà integrato con Novell eDirectory e con OpenLdap.

19 dicembre 2003

La strategia di Oracle per la diffusione dell'Identity management è di lungo respiro, ma chiara. E ora coinvolge anche Novell e l'opensource.


L'anno prossimo, infatti, il software di Im di Oracle si integrerà con Novell eDirectory e OpenLdap (implementazione opensource del protocollo di sicurezza del Lightwight Direcotry Access Protocol) e permetterà lo scambio di certificati.


Il doppio progetto di integrazione è di quelli a lunga gittata: solo di lavoro richiederà dai sei ai nove mesi, con il supporto, non si sa a quale livello di proattività, da parte di Entrust, netegrity e Thor per il software di provisioning e di certificazione basato su un layer Xml.


Componente della famiglia di prodotti 10g, Oracle Im rappresenta un passo deciso della società verso una fase di standardizzazione del sign-in sicuro ai sistemi informativi. Un cammino lungo, quindi, che necessita del maggior grado di apertura ai partner possibile.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here