Oracle sfrutta la potenza del 2.0

La versione 15 di Crm On Demand e il nuovo strumento di supporto alla forza vendita, Mobile Sales Assistant, fanno leva sui benefici del social networking.

Anche il Crm subisce l'influenza del social networking, ovvero di tutto il complesso di relazioni che ciascuno di noi instaura sul Web. Ecco perché le applicazioni che sono tese a migliorare l'efficacia delle vendite non possono più prescindere dall'analisi stretta non solo dei bisogni di un soggetto, ma anche delle sue amicizie, abitudini e comportamenti online.

«Io amo parlare di Social Crm - esordisce Stephen Fearon, vice president Emea Oracle Crm Sales Development e Crm On Demand - ovvero di applicazioni di produttività che traggono spunto dal Web 2.0, sfruttando al meglio le opportunità offerte dalla presenza in rete».

L'utilizzo 24 ore al giorno di strumenti di connessione alla rete Internet, siano desktop, notebook o Pda, consente l'accesso illimitato alle applicazioni di produttività aziendale, migliorando la collaboratività di tutto il personale e, di conseguenza, l'efficacia delle campagne di sensibilizzazione che l'azienda indirizza a utenti e prospect.
Oracle Crm On Demand è giunto alla versione 15 e traduce in pratica lo sforzo della società di Larry Ellison di portare le soluzioni di gestione dei rapporti con la clientela anche sulla scrivania delle Pmi.

Il prezzo del servizio è di circa 50 euro mensili per ciascuna postazione/utente. La somma fornisce l'accesso a uno strumento completo, migliorato sotto il profilo della collaborazione attraverso l'unione del componente Sticky Notes a un centro messaggi, in modo da favorire lo scambio, in tempo reale, di commenti reciproci all'interno dell'azienda, visualizzabili direttamente da una home page, senza che sia necessario dover navigare per raggiungere record specifici.
I membri autorizzati di un team potranno, quindi, iscriversi a Sticky Notes (letteralmente, il “giallino”, il post-it che si appiccica come promemoria), creando un network sociale che consente a tutti gli operatori di essere aggiornati costantemente sull'evoluzione di uno specifico contatto preso.

«La nuova release - prosegue - è stata arricchita con il supporto specifico di funzionalità ritagliate sulle esigenze di alcuni settori verticali, quali le assicurazioni, l'high tech, il wealth management e la sanità. Oltre a questo, si è lavorato molto per migliorare la facilità d'uso dello strumento, oltre che per garantire l'uniformità degli oggetti, attraverso meccanismi di correlazione dei clienti e il miglioramento del layout».

A corredo, la società ha rilasciato di recente anche Oracle Mobile Sales Assistant, il software di produttività per la forza vendita itinerante che aggiunge ai servizi location based, tradizionalmente offerti da questo tipo di soluzioni, anche utili strumenti di generazione dei lead (ovvero forme di interesse all'acquisto di un prodotto o servizio), che sfruttano i principi del social networking.
«Si tratta - conclude Fearon - di un'applicazione erogata come servizio, disponibile al momento per il sistema operativo BlackBerry Os 4.2. Decisamente intuitiva, migliora la collaborazione all'interno del team di vendita e verso la clientela, grazie all'integrazione nativa tra gli strumenti Web, il telefono cellulare e gli Sms, e il Personal information manager, ovvero l'agenda dei contatti e il calendario. Inoltre, il cuore Java ne supporta anche l'utilizzo in modalità offline, garantendo una facile sincronizzazione successiva».

Grazie ai suggerimenti automatici, infatti, Oracle Msa ricorda agli utenti di aggiungere le annotazioni al termine di una conversazione e assicura che le informazioni “confidenziali” su un cliente o probabile tale vengano archiviate localmente sullo smarth phone del commerciale o salvate in tempo reale su Oracle Crm On Demand.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here