Oracle entra in distribuzione e sceglie il gruppo Celo, Comprel e Micromax

Pochi nomi, ma molto focalizzati. Per il proprio debutto nel mondo della distribuzione Oracle ha deciso di muoversi con i piedi di piombo e con gli occhi puntati sulle piccole e medie imprese. La grande ambizione della compagnia è quella di repl

Pochi nomi, ma molto focalizzati. Per il proprio debutto nel mondo della
distribuzione Oracle ha deciso di muoversi con i piedi di piombo e con gli
occhi puntati sulle piccole e medie imprese. La grande ambizione della
compagnia è quella di replicare il successo costruito nel mondo enterprise
e corporation anche nel più popoloso e difficile mondo dello small e mediu
m
business. E per raggiungere questo obiettivo ha deciso di affidarsi alle
cure di chi conosce bene queste imprese, vale a dire al canale dei dealer e
dei Var. Si tratta di una scelta storica per un gigante che ha basato la
propria fortuna commerciale sulle vendite dirette e su rapporti con partner
seguiti in modo diretto. Con questa scelta Oracle fa il grande salto e
sceglie Celo, Comprel e Micromax. Non tragga in inganno la presenza di tre
brand diversi, si tratta in effetti di aziende che operano insieme sul
mercato grazie alle fortissime sinergie operative, grazie a strutture di
logistica e di marketing comuni e grazie anche a una struttura finanziaria
e organizzativa che salda i comuni interessi sotto tre marchi storici della
distribuzione italiana. Con questo accordo Celo, Comprel e Micromax si sono
assunte il compito di divulgare il verbo Oracle sul canale con lo sguardo
rivolto principalmente ai dealer, ai Var e alle software house in grado non
solo di vendere e gestire le piattaforme di prodotto messe a disposizione,
ma anche di generare e coltivare tutto quell'indotto di servizi, di
assistenza e di consulenza che caratterizzano tradizionalmente il
portafoglio Oracle.
Si è parlato di "piedi di piombo" nella scelta dei partner, ma la stessa
prudenza ha caratterizzato la scelta delle linee di prodotto da offrire al
canale. Per il momento si parla di workgroup con Oracle 8 e Rdbms; di tool
di sviluppo con Developer/2000 e Designer/2000; accompagnati da linee come
Application server e Discoverer. Ma in Oracle lasciano intendere che quando
la famiglia di partner sarà formata e consolidata a questi prodotti
potrebbero aggiungersene altri. In particolare alcune soluzioni potrebbero
essere ripensate proprio in chiave trade per facilitare il lavoro delle
terze parti in termini di installazione, personalizzazione e sviluppo.
Per Celo, Comprel e Micromax il primo passo nel cammino comune con Oracle
riguarda le attività di recruitment per formare la famiglia degli Oracle
Certified solution partner, un gruppo di dealer, Var e software house che
nelle intenzioni della società dovrebbe raggiungere le 200 unità e che
dovrebbe essere caratterizzata da unforte commitment sui prodotti Oracle e,
naturalmente, sullo small e medium business.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome