Oracle annuncia nuovi servizi Web basati sulla piattaforma 9i

La società di Larry Ellison conta di annunciare l’ultima versione dell’application server Java nel corso della sua user conference.

È previsto per questa settimana l'annuncio dell'ultima versione dell'application server Java di Oracle, che dovrebbe anche presentare un'anteprima della prossima versione del database che rappresenta il suo ammiraglio software. I prodotti verranno rilasciati in occasione di Oracle OpenWorld, la convention annuale di Oracle che quest'anno dovrebbe attirare 40mila persone. Oracle spera in un pubblico il più numeroso possibile per la combinazione di database e server applicativo che rappresenta il fondamento della sua piattaforma transattiva basata su Web. Le decisioni dell'azienda in materia sono quanto mai critiche oggi che Oracle 9i Application Server e Oracle 9i Database si apprestano a supportare gli standard dei cosiddetti servizi Web, una filosofia che consente di riutilizzare il codice applicativo per condividere dati e applicazioni via Web, utilizzando Xml e il Simple object access protocol (Soap), un sistema di directory dei servizi basato a sua volte sulle specifiche Uddi (Universal description, discovery and integration). La versione 2.0 di Oracle 9i Application Server, fortemente potenziata in direzione degli standard appena citati, sarà già disponibile nel corso della settimana in una versione, dedicata agli sviluppator,i scaricabile dal sito Oracle.
Nel frattempo, la piattaforma 9i comincia a ricevere i primi timidi segni di approvazione dai partner Oracle che normalmente sviluppano gli strumenti applicativi che la accompagnano. Bmc Software e Mercury Interactive sono tra i primi a offrire prodotti per il testing, lo sviluppo e l'amministrazione del database Oracle. In occasione di OpenWorld, Bmc presenterà la versione del software gestionale Patrol per 9i Application Server e Sql Programmer per Oracle 9i JDeveloper. Bmc rilascerà anche Freebird, un tool per l'amministrazione dei database da apparati wireless. Parteciperanno anche società come Compuware, con un tool di diagnostica da utilizzare per misurare il rendimento dei database, e Precise, o la stessa Dell, con sistemi preconfigurati con Windows 2000 e Oracle 9i.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here