Oracle velocizza l’analisi dei dati dai dispositivi IoT connessi

Oracle ha presentato importanti novità per l’offerta IoT Cloud, introducendo nuove capacità di intelligenza artificiale e machine learning che hanno consentito di realizzare le nuove funzionalità Digital Twin e Digital Thread.

Grazie a queste innovazioni, clienti e partner potranno ottenere più rapidamente una completa visibilità dell’ambiente operativo e sfruttare nuove informazioni ricavate dai componenti connessi alla rete in ottica predittiva.

Combinando la potenza di Oracle IoT Cloud e quella delle applicazioni enterprise, Oracle ha inoltre potuto introdurre nuove soluzioni verticali dedicate ai servizi field digitalizzati, all’Industria 4.0 e alla gestione digitale delle flotte aziendali.

Le novità integrano il recente annuncio su Oracle IoT Cloud Applications dedicate al monitoraggio degli asset, alla connected workforce, al monitoraggio delle flotte e al monitoraggio della produzione. Oracle IoT Cloud viene proposto sia sotto forma di applicazioni SaaS (Software-as-a-Service) sia come soluzione PaaS (Platform-as-a-Service), consentendo un elevato grado di adattabilità persino per le implementazioni più esigenti.

Le nuove funzionalità IoT

Digital Twin è una nuova modalità di rappresentazione digitale di un asset o di un impianto fisico che migliora gli approcci analitici tradizionali. È un modello a oggetti che consente di avere svariate opzioni di visibilità su dati correnti, storici e predittivi, oltre ad analizzare le dimensioni operative e comportamentali rilevanti per ogni asset. Questo permette non solo di monitorare da remoto lo stato di salute dei componenti per intervenire prevenendo i guasti, ma anche di simulare scenari “what if”. Con il Digital Twin le aziende hanno a disposizione un vero e proprio nuovo paradigma operativo per interagire con la realtà fisica di componenti e impianti, ridurre costi fissi e variabili, minimizzare i fermi d’impianto e ottimizzare la performance degli asset.

Digital Thread for Supply Chain ManagementI professionisti della Supply Chain spendono milioni di euro per implementare sistemi SCM ed ERP all'interno dei quali, molto spesso, i dati devono essere inseriti manualmente. Digital Thread è un framework per gestire in modo connesso i processi di business, che sfrutta l'IoT per creare un “sistema di sistemi” che mette in relazione in tempo reale elementi tradizionalmente separati in silo, trasversalmente rispetto all’intera supply chain digitale. Digital Thread permette di seguire in tempo reale ogni asset lungo tutto il ciclo di vita produttivo, con una visibilità che assicura trasparenza “end-to end”, dalla progettazione del prodotto all’evasione degli ordini, gestendo il ciclo di vita del prodotto e della produzione, lo stoccaggio, il trasporto, la logistica, il procurement.

Intelligenza artificiale e machine learning. L’offerta di soluzioni IoT Oracle oggi integra funzionalità di intelligenza artificiale e machine learning. Queste tecnologie fanno leva sulla connessione dei dati provenienti dalle macchine con i dati di business ottenuti da applicazioni dedicate ad esempio alla produzione, alla manutenzione, all’assistenza e alla logistica. Funzionalità analitiche operative integrate aiutano a rilevare anomalie, prevedere guasti degli impianti e individuare il modo migliore per intervenire; inoltre, mettono a disposizione la capacità di intelligence necessaria a fare evolvere sempre più le capacità a disposizione, migliorare l’efficacia e l’esperienza d’uso delle applicazioni stesse.

Soluzioni verticali realizzate con le applicazioni IoT CloudLe soluzioni verticali IoT di Oracle aiutano i clienti a ripensare e innovare le soluzioni business per l’Industria 4.0: l’azienda digitale connessa, intelligente e contestualizzata. Le nuove soluzioni verticali presentate oggi sono:

  • Digital Field Service: implementa funzioni per il monitoraggio intelligente da remoto, previsione dei guasti, riparazioni “over-the-air”, gestione dinamica dell’invio delle squadre di tecnici sul campo. La soluzione si avvale di applicazioni che fanno parte delle suite IoT Asset Monitoring Cloud, CX Service Cloud, CX Engagement Cloud e CX Field Service Cloud e prevede anche l’utilizzo della realtà aumentata per guidare i tecnici nella riparazione degli impianti.
  • Smart Connected Factory: consente di completare in pochi minuti il rilevamento degli incidenti, l’analisi della causa scatenante e avere una risoluzione intelligente del guasto all’interno di impianti di produzione connessi. Questo è possibile grazie alle applicazioni Oracle IoT Production Monitoring Cloud, SCM Cloud, ERP Cloud e all’utilizzo di realtà virtuale per “navigare” all’interno dello stabilimento; la realtà virtuale può essere inoltre utilizzata per la formazione del personale che opera da remoto.
  • Digital Fleet Management: la soluzione implementa il tracciamento delle spedizioni in tempo reale, la gestione del rischio e la sincronizzazione della logistica. La soluzione si avvale di IoT Fleet Management Cloud e Oracle Logistics Cloud.
Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here