Ora il Tablet Pc “parla” l’italiano

Disponibile la versione localizzata dell’edizione di Windows Xp specifica per i portatili gestibili tramite penna. Atteso invece per il prossimo anno il riconoscimento della scrittura

9 luglio 2003 A livello italiano, si
attesta sulle 6.000 unità il numero di Tablet Pc venduti
nei primi 8 mesi di vita del nuovo portatile che accetta comandi tramite penna.
A sostenerlo è Microsoft, la quale sottolinea il fatto che si è trattato di
macchine basate su un sistema operativo esclusivamente in inglese e acquistate
prevalentemente dal segmento enterprise (5.055 pezzi). Se si considera quindi
che stiamo parlando di una nuova tecnologia, con un prezzo che può ancora fare
la differenza e con una versione di Windows Xp basata su una lingua che può in
alcuni casi essere d'ostacolo è evidente che ci sia ancora molto da lavorare sul
versante Tablet Pc, ma anche che ci sono grosse potenzialità inespresse.


Ed è per questo che Microsoft si aspetta un grosso aiuto dal fatto che da
oggi Windows Xp Tablet Pc Edition è disponibile in lingua
italiana
. Sebbene ciò non comporti automaticamente una riduzione del
prezzo dei prodotti, elimina comunque un'importante barriera, soprattutto nei
confronti del settore consumer. All'appello manca ancora però un elemento non da
poco: il riconoscimento della scrittura in italiano, che non è conseguenza
logica della localizzazione in quanto noi usiamo una grafia nettamente
differente dagli anglosassoni, fatto questo che comporta una riprogettazione del
sistema di riconoscimento stesso. Solo dal prossimo anno il Tablet Pc sarà in
grado di interpretare la nostra scrittura.
Per favorire un primo contatto
della grande utenza con i Tablet Pc, Microsoft allestirà in diversi punti retail
delle postazioni in cui i consumatori potranno provare direttamente le macchine
e verificarne quindi con mano le potenzialità.


Sul versante aziendale, molto probabilmente il fatto che il sistema operativo
abbia cambiato linguaggio non comporterà un grande sconvolgimento. E questo
soprattutto perché, nella maggior parte dei casi, il sistema operativo sinora è
risultato trasparente all'utente: infatti spesso i Tablet Pc sono utilizzati per
scopi specifici con applicazioni realizzate ad hoc e già in lingua
italiana.
In questo senso, Microsoft è particolarmente attiva nei confronti
degli sviluppatori per i quali ha reso disponibili sia esempi di codice sia
linee guida per il design delle applicazioni. Inoltre, ha avviato programmi
specifici di early adoption.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here