Oppo Find X, il primo smartphone davvero a tutto schermo

Oppo Find X

La società Oppo identifica gli smartphone della serie Find come prodotti che rappresentano l’esplorazione continua nella tecnologia e nell’arte, volta a concretizzare idee geniali relative agli sviluppi futuri dei dispositivi mobili. Così l’atteso Find X non poteva che apportare innovazioni di primo piano nel mercato della telefonia. Innovazioni che si sono principalmente concretizzate in design panoramico con pannello anteriore e posteriore senza aperture e il sistema di riconoscimento facciale O-Face 3D Structured Light. In sostanza un prodotto, tutto schermo (la copertura è del 93,8%) in cui non c’è il notch ormai universalmente adottato. Un ingegnoso meccanismo fa comparire nella parte superiore le fotocamere (anteriore e posteriore) quando servono (anche per sbloccare il telefono). Il risultato è una scocca elegante, contraddistinta da un senso di continuità.

Qualcuno si chiederà: e se il telefono cade quando le fotocamere sono esposte? Oppo ha eseguito test rigorosi sulla struttura a scorrimento. Quando è percepita una caduta si ritrae nel telefono. L’estetica non deve non pregiudicare la durata del dispositivo.

Oppo Find X Fotocamere esposte
Oppo Find X con le fotocamere esposte nella parte superiore

Il modulo a scomparsa consiste di una fotocamera frontale da 25 megapixel e di una doppia fotocamera posteriore da 16 + 20 megapixel, a cui si aggiunge il sistema di scansione facciale 3D. L’unità integra flood illuminator, fotocamera a infrarossi, sensore di prossimità, dot projector, ricevitore e fotocamera RGB. Il sistema di scansione facciale 3D presente all’interno di Find X proietta 15.000 punti sul volto dell’utente, costruisce un modello 3D preciso e completo e lo confronta con quello registrato del proprietario per sbloccare.

Il riconoscimento facciale 3D di O-Face, precisa Oppo, ha un livello di sicurezza superiore rispetto all’identificazione delle impronte digitali. Il tasso di errore nel riconoscimento delle impronte digitali è di 1/50.000, mentre quello del riconoscimento dei volti 3D è di 1/1.000.000. Per questo, il riconoscimento facciale O-Face di OPPO può essere utilizzato anche per i pagamenti da mobile. OPPO ha già reso disponibile questa opzione integrando Alipay di Alibaba: Find X diventa così il primo telefono Android a supportare i pagamenti in mobilità tramite il riconoscimento facciale.

I selfie che rendono più belli

Grazie ai dati facciali ad alta precisione raccolti e implementati dalla fotocamera frontale da 25 megapixel, Find X è in grado di proporre la tecnologia 3D Smart Selfie Capture. Il dispositivo costruisce un modello 3D del volto dell’utente utilizzando O-Face, con grandissima precisione. Basandosi sul modello 3D ottenuto, la tecnologia di intelligenza artificiale analizza le caratteristiche del viso, come la forma e i lineamenti, fornendo suggerimenti per rendere i volti più naturali e realistici.

Inoltre, l’accurato riconoscimento facciale di Find X permette di simulare vari effetti di luce sui volti umani, in modo da assicurare la stessa illuminazione dei ritratti anche scattando un selfie. Tra queste opzioni spiccano una luce che esalta il profilo del volto, una luce bicolore che simula il classico colore rosso-blu dei neon e una funzione che illumina l’incarnato e rende i contorni più definiti.

Find X offre un’ottima soluzione per gli scatti in controluce: la tecnologia di esposizione Sensor HDR 2.0, agendo in tempo reale, rende i soggetti e lo sfondo più definiti durante i selfie. Questa tecnologia mostra l’anteprima parallelamente all’immagine finale, garantendo un risultato assolutamente realistico.

Con l’aiuto dell’intelligenza artificiale, Find X è in grado di riconoscere scene e oggetti, ottimizzando l’immagine. Supporta oltre 20 scenari di fotografia e oltre 800 combinazioni di scenari, tra cui neve, cibo, animali domestici e così via.

Il sistema ColorOS 5.1

Find X usa il sistema operativo OPPO ColorOS 5.1, basato su Android 8.1, che si abbina al motore AIE della piattaforma mobile Snapdragon 845. Inoltre, integra un microfono a basso consumo di energia con modulo DSP. Questo è in grado di identificare il livello di rumore ambientale e può regolare automaticamente le prestazioni. L'obiettivo è garantire il miglior riconoscimento vocale possibile in ogni situazione.

Oppo Find X curvatura schermo
Un particolare che evidenzia l'accurata curvatura dello schermo

Find X è disponibile in due colorazioni dai toni sfumati: Bordeaux Red e Glacier Blue. Il processo cromatico utilizzato da Oppo dà vita a un gradevolissimo mix tra design sfumato e curvatura 3D sul pannello posteriore. Se esposto alla luce, Find X crea giochi di colore che cambiano in base all’ambiente circostante.

Nella versione con 8 GB di Ram, 256 GB di spazio di archiviazione e VOOC, Oppo Find X sarà in vendita 999 euro. È prevista anche un’esclusiva Automobili Lamborghini Edition al prezzo di 1.699 euro. La disponibilità è prevista entro l'estate.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome