Operation, Bmc fa leva sulle best practice

Virtualizzazione e cloud chiedono una nuova gestione del servizio.

Oggi per le aziende l'adozione di soluzioni di virtualizzazione, cloud computing e automazione presuppone la capacità di rinnovare l'approccio alla gestione dell'It e, quindi, di saper migliorare l'operatività It in termini di affidabilità e prestazioni.

È partendo da queste considerazioni che Bmc Software ha apportato miglioramenti alle principali soluzioni sulle quali si basa la propria piattaforma di Business Service Management e di aver contestualmente introdotto un nuovo approccio basato su best practice, per indirizzare in modo efficiente i clienti nella gestione proattiva delle operazioni It.

Con il Proactive Availability and Performance Management Bmc integra le analisi predittive con tecniche di automazione preventive in tempo reale, consentendo all'It di concentrarsi sull'eliminazione delle interruzioni del servizio anziché reagire a posteriori.

Con il Configuration Automation fornisce una piattaforma unificata per l'automazione delle modifiche in ambienti fisici, virtuali e di cloud computing, network compresi.

Mediante il Capacity Optimization fa leva sulle tecnologie e sui processi predittivi per prevedere e bilanciare la domanda di business con l'offerta di risorse tecnologiche disponibili negli ambienti fisici e virtuali.

E con l'Operational Support Analytics trasforma la configurazione, le performance e i dati di dipendenza in informazioni sfruttabili, con le quali i responsabili It possono assumere decisioni migliori.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here