OpenView a quota 6 con il Network Node Manager

La nuova versione 6.0 di OpenView Nnm (Network Node Manager), dal rilascio previsto in autunno, si propone soprattutto di semplificare la gestione dei task per gli amministratori di sistema. Hewlett-Packard presneterà, infatti, in settimana un p …

La nuova versione 6.0 di OpenView Nnm (Network Node Manager), dal rilascio
previsto in autunno, si propone soprattutto di semplificare la gestione dei
task per gli amministratori di sistema. Hewlett-Packard presneterà,
infatti, in settimana un prodotto con una nuova interfaccia Java e un
motore integrato di correlazioni che riduce sensibilmente la quantità di
script che i network e system manager devono produrre per meglio
individuare le fonti dei problemi sulla rete. L'obiettivo del costruttore
è
adeguarsi a quanto sul mercato già offrono i rivali di Computer Associates
e Tivoli, riducendo il tempo per la formazione e gli sforzi richiesti per
rendere effettivamente utili i tool di system management.
Il nuovo motore di correlazione, in particolare, può filtrare gli eventi
estranei e mostrare solo quelli generati dalla caduta di un dispositivi di
rete. L'aggiornamento include anche template che eliminano la necessità pe
r
gli operatori di rete di creare regole di correlazione per ogni tipo di
dispositivo di rete connesso. Nnm 6.0 dovrebbe semplificare anche i report
sulle performance, con un nuovo dizionario Odbc, che lavora con strumenti
standard di data mining e un prodotti Java-based per le analisi e le
tendenze. Ilrepository contiene Snmp, dati su eventi e topologie e potrà
gestire dati provenienti da NetMetrics, che per la prima volta sarà vendut
o
assieme a OpenView come strumento per la misurazione delle prestazioni. Tra
gli obiettivi del prodotto, anche quello di rendere più flessibile il
funzionamento del software distrubuito, in ambienti misti, con server Nt e
Unix.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here