OpenOffice 3.0, le principali novità

La suite open source, che vedrà la luce a settembre, beneficerà di nuove funzionalità, soprattutto per i moduli Writer, Impress e Calc.

Sebbene OpenOffice.org 2.4 sia stato appena rilasciato in versione finale, ferve lo sviluppo della terza versione della suite opensource per l'ufficio.
OpenOffice.org 3.0 ha già superato la cosiddetta fase "feature freeze": ciò significa che le versioni di anteprima pubblicate sul sito web ufficiale integrano tutte le funzionalità che saranno incluse nella versione file nel pacchetto, il cui rilascio è previsto per il prossimo mese di Settembre.

Vediamo quali sono le novità di "OOo3".

I moduli "Base", "Draw" e "Math" non subiranno modifiche degne di nota mentre il lavoro degli sviluppatori appare essersi concentrato soprattutto su "Writer", "Impress" e "Calc", rispettivamente il word processor, l'applicazione per la creazione di presentazioni simil-PowerPoint ed il foglio elettronico della suite.

All'avvio della suite, anziché aprire una laconica pagina a sfondo grigio, OpenOffice 3.0 propone una serie di icone che possono essere utilizzate per avviare le varie applicazioni.

I documenti utilizzati per l'editing collaborativo possono adesso essere protetti mediante l'uso di una password ed Impress e Draw, ora, sono interfacciabili con lo scanner.

In Writer si possono poi usare riferimenti incrociati e visualizzare, in modo affiancato, il numero di pagine del documento che l'utente ritiene opportuno (menu Visualizza, Zoom, Colonne).

Il numero di colonne impiegabili nel foglio elettronico Calc è stato portato da 256 a 1.024, valore che allinea il modulo di OpenOffice a Microsoft Excel.

Una delle migliorie più importanti, delle quali si sentiva pesantemente la mancanza, è l'introduzione delle tabelle in Impress. Fino ad oggi, per disegnare tabelle in Impress, l'utente era costretto ad usare trucchi ed espedienti che, con il rilascio di OpenOffice 3.0, potranno essere finalmente accantonati.

Per garantire massima compatibilità con Microsoft Office, OpenOffice 3.0 proporrà anche dei filtri aggiornati in grado di gestire adeguatamente i documenti salvati nel formato OOXML.

Gli utenti che desideranno provare in anteprima la terza versione di OpenOffice.org possono farlo scaricando il pacchetto d'installazione dal sito ufficiale.

Si tenga però presente che i file prodotti da OOo3 non potranno essere aperti con le precedenti versioni della suite. La terza versione di OpenOffice, infatti, utilizza la release 1.2 dell'"Open Document Format" che risulta incompatibile con OpenOffice.org 2.x.

Buone notizie anche per gli utenti Mac che potranno eseguire, in modo nativo, OpenOffice 3.0 anziché impiegare X Windows.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here