Occhiali rosa per i chip

Bene il comparto nei primi sei mesi dell’anno, ma secondo la Sia (Semiconductor Industry Association) il meglio deve ancora venire.

Secondo i risultati delle indagini presentate in questi giorni dalla Sia
(Semiconductor Industry Association), nel mese di giugno le vendite mondiali di
processori hanno raggiunto i 18 miliardi di dollari, in crescita rispetto
ai 17,8 miliardi del mese di giugno dell'anno precedente, ma in calo sequenziale
rispetto ai 18,1 miliardi registrati nel mese di maggio.
Il trimestre
da aprile a giugno fa registrare complessivamente vendite per 53,9
miliardi, in calo del 2,1% rispetto ai 55,1 miliardi del primo
trimestre dell'anno.
Ma - e questo è l'indicatore del quale Sia tiene maggior
conto - complessivamente la prima semestrale dell'anno fa registrare un giro
d'affari complessivo di  109 miliardi di dollari, in crescita del 6,5%
rispetto al primo semestre dello scorso anno, quando le vendite si assestarono a
104 miliardi.
E poichè pc, telefonia cellulare, automotive e modem sono i
settori che trainano la domanda, non c'è da stupirsi che la Sia si attenda le
migliori performance da giugno in poi.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here