Nuovo Fondo per il capitale di rischio delle Pmi laziali

20 i milioni di euro stanziati dalla Regione ai quali se ne aggiungeranno altrettanti da parte di investitori privati per il rilancio e lo sviluppo del territorio.

Ammontano a 20 milioni gli euro a disposizione delle imprese laziali ai quali se neaggiungeranno altrettanti da parte di investitori privati, le risorse attivate dalla Regione Lazio, per il rilancio e lo sviluppo del territorio, grazie al nuovo Fondo POR FESR, gestito da Filas per il capitale di rischio delle Pmi.

L'obiettivo è attrarre nella regione una quota significativa degli investimenti dei fondi professionali privati, che attualmente privilegiano le iniziative di altre territori.

Tra gli investimenti preferenziali quelli a favore delle start-up e delle imprese innovative. I settori privilegiati saranno l'Aerospazio, le Bioscienze, il Chimico farmaceutico, l'Ict e l'Audiovisivo, ma anche il turismo, la cultura e l'economia del mare.

Il nuovo Fondo sarà un acceleratore per l'occupazione e l'innovazione in settori chiave per la regione, a vantaggio delle Pmi e dei co-investitori. Il Fondo, infatti, da un lato aumenterà la patrimonializzazione delle piccole e medie imprese spesso sottocapitalizzate, dall'altra fornirà ai co-investitori meccanismi di protezione del capitale investito, di rendimenti più premianti in caso di esito positivo dell'investimento e possibilità di rimborsi su alcune delle attività di valutazione.

La durata del fondo è complessivamente di dieci anni ed è previsto che si potrà effettuare investimenti fino al 2015 con un importo massimo di 1,5 milioni, che potranno diventare 3 milioni in caso di start-up.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here