Nuovi servizi di directory da Lycos

Si chiama Invisible Web, e in casa Lycos l’hanno presentato come un servizio in grado di aiutare sensibilmente gli utenti nella consultazione di pagine Web grazie all’utilizzo di directory di ricerca di circa 7.400 database. Il nuovo servizio è …

Si chiama Invisible Web, e in casa Lycos l'hanno presentato come un
servizio in grado di aiutare sensibilmente gli utenti nella consultazione
di pagine Web grazie all'utilizzo di directory di ricerca di circa 7.400
database. Il nuovo servizio è frutto della collaborazione con IntelliSeek,
start up americana proprietaria di un software (BullsEye) che cataloga
attualmente oltre 10.000 siti con banche dati per la ricerca. Il valore
aggiunto dell'operazione, spiegano i portavoce delle due società, risiede
nella possibilità di accedere a siti che i comuni motori di ricerca non
possono rintracciare sul Web perché protetti da tecnologie proprietarie.
L'accordo perfezionato da Lycos offrirà al Web portal l'esclusiva
dell'utilizzo del database BullsEye fino alla fine di agosto, termine
scaduto il quale IntelliSeek potrà vendere la propria tecnologia anche a
motori di ricerca concorrenti. Dal punto di vista degli utenti, il servizio
sarà accessibile direttamente attraverso i link di ricerca operativi sul
sito di Lycos.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here