Nuovi obiettivi e nuovi timori per Iridium

La rete cellulare satellitare Iridium sta gradualmente risorgendo dalle ceneri della sua prima bancarotta. Una cordata di aziende ha acquistato la rete, valutata in 5,5 miliardi di dollari, per la modica somma di 25 milioni di dollari.

La rete cellulare satellitare Iridium sta gradualmente risorgendo dalle ceneri della sua prima bancarotta, avvantaggiandosi anche del rinnovato interesse nei confronti di una tecnologia il cui valore è stato messo in evidenza dal breakdown nelle comunicazioni verificatosi in occasione degli attentati dell'11 settembre. Uno degli investitori nel nuovo Iridium, l'australiana Quadrant sottolinea, infatti, il netto incremento non solo nelle vendite di terminali ma anche nell'impiego degli stessi. La cordata di cui Quadrant fa parte ha rilevato la rete, valutata in 5,5 miliardi di dollari, per una somma di 25 milioni. Gli utenti si sono improvvisamente resi conto dell'importanza di una rete di comunicazione davvero alternativa: i satelliti di Iridium sono in orbita intorno alla terra dove non c'e' ostacolo che li possa bloccare, mentre le normali cellule telefoniche sono sistemate in cima a più vulnerabili edifici e tralicci. Oggi i principali clienti di Iridium sono proprio i 20mila dipendenti del Ministero della Difesa americano, che versa una somma di 72 milioni di dollari per l'uso del sistema satellitare. L'azienda mira a competere testa a testa con Qualcomm, gestore di un'altra rete, per conquistare nuovi clienti nel mercato delle compagnie aeree, interessate alle tecnologie che consentano loro di sorvegliare a distanza la situazione all'interno dei velivoli. Forse la nuova strategia di focalizzazione e il taglio dei costi operativi possono funzionare, ma non tutti sono ottimisti sulle prospettive di Iridium in un quadro che sembra favorire sempre più le reti terrestri. Lucent, per esempio, è impegnata nello sviluppo di un metodo che permetterà ai terminali cellulari di collegarsi a reti basate su standard diversi, mentre le singole reti stanno incrementando sensibilmente le loro prestazioni, specie a livello di trasporto dati.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here