Novell rileva SuSe Linux

Mossa inattesa sul mercato open source, destinata a cambiare gli equilibri esistenti. Ibm entra in gioco, con una partecipazione nel capitale Novell

4 novembre 2003 Novell ha reso noto di aver raggiunto un accordo per l'acquisizione della tedesca Suse Linux per 210 milioni di dollari in contanti. Contestualmente, Ibm ha annunciato un investimento di 50 milioni di dollari nel capitale di Novell.
Queste due operazioni, è chiaro, sono destinate a dare una scossa non da poco al mercato open source.
Da un lato pongono infatti SuSe nella posizione di raggiungere con maggiore efficacia il mercato statunitense, tradizionalmente meglio presidiato da una Red Hat che proprio ieri ha annunciato un disimpegno dalle attività di semplice distribuzione, per concentrarsi soprattutto sul fronte Enterprise.
Dall'altro danno a Novell una nuova leva competitiva nei confronti di Microsoft che ha di fatto messo in crisi, in anni recenti, il "dominio" di NetWare nel segmento dei sistemi operativi per reti.
Per altro, questa operazione, che dovrebbe essere completata nel mese di gennaio, altro non fa che confermare il dichiarato impegno da parte di Novell nell'area Linux, che si era concretizzato, lo scorso mese di agosto, con l'acquisizione di Ximian.
E sempre in gennaio, vale a dire alla chiusura del primo trimestre fiscale di Novell, diverrà effettivo l'investimento di Ibm nel capitale azionario della casa di Provo. Per altro, Ibm e Novell sono già al lavoro per rinegoziare gli accordi esistenti tra SuSe e Ibm in materia di supporto e marketing.
Altri dettagli sull'operazione non sono al momento stati resi noti.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here