Novell lancia Suse 9.1 Professional e porta Yast sotto Gpl

Una nuova versione della piattaforma Linux, con kernel 2.6 e una decisa inversione di rotta per quanto riguarda il software di gestione, installazione, e configurazione.

19 marzo 2004 Sarà disponibile
commercialmente presso la rete dei rivenditori Novell
e Suse a partire dal prossimo 10 maggio, a un prezzo indicativo di
77,54 euro, Iva esclusa.
Si tratta del nuovo Suse Linux 9.1 Professional,
basato sul kernel 2.6 di Linux e compatibile con i processori a 32 bit, con
Athlon64 di Amd e con Extended Memory 64 Technology di Intel.

Il prodotto include una suite
completa di applicazioni, dal browser Internet all'email, dalla grafica alla
gestione dei contenuti audio e video. Tra le applicazioni, inoltre, il database
Rekall, una soluzione di home banking e una di desktop publishing, oltre al
personal information manager Kontact, con interfaccia uniforme per e-mail,
calendario, indirizzario e appunti, e l' instant messenger Kopete, che permette lo
scambio immediato di informazioni sulle piattaforme Msn, Aim, Icq, Irc, Yahoo
Messenger e Jabber.

Ma se il rilascio di Suse Linux 9.1 di fatto rientra nel normale ciclo di aggiornamento dell'offerta, una decisa inversione di tendenza Novell la fa in merito a Yast (Yet Antoher Setup Tool).
Fino a prima dell'acquisizione
da parte di Novell, annunciata alla fine dello scorso anno e
fromalizzata a inizio 2004, Suse considerava Yast una tecnologia distintiva rispetto all'offerta delle altre distribuzioni sue concorrenti e dunque si era sempre rifiutata di inserire il software per l'installazione, la configurazione e la gestione di Linux nel quadro del Gpl (General Public License).
Cosa che
ha invece deciso di fare Novell, con l'obiettivo di fare di Yast un modulo ampiamente accettato nel mondo open source e dunque trasformandolo in traino per una più generale diffusione di Suse Linux.
E se i dettagli in merito verranno resi noti solo la prossima
settimana, già si sa che Computer Associates ha caldamente approvato la
decisione.
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here