Notebook piu veloci senza Intel

Traendo vantaggio da un apparente punto debole della road map di Intel in materia di aggiornamento delle frequenze dei processori per computer portatili, i concorrenti della casa di Andy Grove si preparano a sferrare un attacco frontale al leader del m …

Traendo vantaggio da un apparente punto debole della road map di Intel in
materia di aggiornamento delle frequenze dei processori per computer
portatili, i concorrenti della casa di Andy Grove si preparano a sferrare
un attacco frontale al leader del mercato aumentando la velocità del bus d
i
sistema dei notebook da 66 a 100 MHz.
Ancora una volta, dunque, è la stessa Intel a spianare la strada ai
concorrenti. La società ha infatti in programma una fitta serie di annunci
nei prossimi mesi, che prevedono il rilascio di nuove versioni dei
processori Pentium II e di un nuovo chipset,il 440BX, dotato di una
velocità di bus pari a 100 MHz (che è in grado di migliorare fino al 20
per
cento le prestazioni di un computer rispetto a uno con bus a 66 MHz).
Contemporaneamente, secondo fonti vicine all'azienda, Intel prevede di
lanciare entro il primo trimestre dell'anno il primo Pentium II dedicato ai
notebook, che avrà velocità di clock di 233 e 266 MHz, ma sarà progett
ato
per girare con un bus a 66 MHz.
Ed è proprio per sfruttare questo ritardo che aziende come Acer e Via
Technologies stanno cercando di bruciare i tempi per offrire prima di Intel
board che consentano ai notebook di utilizzare processori progettati per il
bus a 100 MHz. Via Technologies ha introdotto a questo scopo un tecnologia
proprietaria chiamata Virtual Clock, mentre Acer sta completando gli ultimi
ritocchi al chipset Aladdin Pro, una versione migliorata del vecchio
Aladdin V che supporta il bus a 100 MHz.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here