«Non si finisce mai di imparare»

Brian Johnson è impegnato sul tema Itil sin dal 1988 (ha fondato l’Itil user group itSmf, di cui è vice presidente onorario) e ora lavora per Ca in qualità di Worldwide Practice Manager dei Technology Services. Nel corso della sua visita a Milano ci ha …

Brian Johnson è impegnato sul tema Itil sin dal 1988 (ha fondato l'Itil user group itSmf, di cui è vice presidente onorario) e ora lavora per Ca in qualità di Worldwide Practice Manager dei Technology Services. Nel corso della sua visita a Milano ci ha spiegato il senso di Itil. Secondo Johnson va inteso come «una guida fatta di cose utili. Ma non è uno standard, è un modello desunto dal confronto con gli altri. Ogni società di It, dovrebbe interessarsene, ma anche tutte quelle realtà che danno un peso alla tecnologia, tenendo presente che non dipende dalle dimensioni, ma, appunto, dall'uso che dell'It si fa e dall'importanza che le si dà in senso di servizio. Quindi è una pietra di paragone che si mette di fianco al business. E che alla lunga abilita a praticare la ricerca dell'eccellenza. Con Itil non si dice all'imprenditore cosa deve fare, perché nessuno meglio di lui lo sa. Ma si possono fare tante piccole cose per rendere efficiente l'It».

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here