Non mantengono le promesse gli ultimi mainframe di Amdahl

Lanciati in gennaio come i mainframe (allora) più potenti sul mercato, i Millennium 800 di Amdahl in realtà non raggiungono le prestazioni promesse dal costruttore. Il "difetto" è stato ammesso dalla stessa Amdahl, su seg …

Lanciati in gennaio come i mainframe (allora) più potenti sul mercato, i
Millennium 800 di Amdahl in realtà non raggiungono le prestazioni promesse
dal costruttore. Il "difetto" è stato ammesso dalla stessa Amdahl, su
segnalazione di qualche utente scontento, pur giustificando lo scarto (fino
al 12% in meno, con carichi di lavoro pesanti) con i differenti metodi di
valutazione della potenza in Mips usati sul mercato. Per ovviare
all'inconveniente, in ogni caso, la società controllata da Fujitsu ha
deciso di usare prima del tempo il brand Gs2000, programmato inizialmente
su macchine attese per la fine dell'anno. Con questo marchio saranno
battezzate le macchine "incriminate", lasciando intendere che si tratta
solo del primo esempio, di una famiglia che in futuro svilupperà potenze
superiori. Così, i modelli Gs2000A sono stati riposizionati a 914 Mips
(anziché i 1.075 iniziali), mentre i prossimi Gs2000C sono annunciati a
1.600 Mips e i più lontani Gs2000E (pronti nel 2000) arriveranno a 2.000
Mips.
Gli utenti che già impiegano la serie 800 in maniera intensiva e, dunque,
soffrono della mancata potenza, avranno la propria macchina riconfigurata
senza costi addizionali. Tuttavia, va precisato che il prezzo per le
licenze software viene di solito stabilito sulla base della capacità del
sistema, per cui questi utenti potrebbero aver pagato di più applicativi i
n
uso. Per questi prodotti non è previsto alcun rimborso. Invece, verrà
inclusa una caratteristica che consente di incrementare in modo progressivo
la potenza.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here