Nokia si riorganizza per supportare l’accordo con Microsoft

Dal 1° aprile una nuova organizzazione aziendale. Due business unit. Navteq resta autonoma. In Borsa il titolo trema, ma Elop e Ballmer sprizzano ottimismo.

Mentre il titolo Nokia registra un tonfo in Borsa (-9% al momento della stesura di questo articolo), emergono ulteriori dettagli dell'accordo annunciato questa mattina.

Per Nokia la collaborazione con Microsoft richiede la ridefinizione della struttura aziendale, che è già stata presentata agli analisti.

A partire dal prossimo 1° aprile, infatti, la società sarà struttura in due business unit distinte: Smart Devices e Mobile Phones, destinate a occuparsi rispettivamente di dispositivi di fascia alta e di telefoni destinati al mass market. Ciascuna business unit sarà responsabile dei propri profitti e perdite e si occuperà di sviluppo prodotti, gestione e marketing.

La divisione Smart Device sarà a sua volta organizzata in tre unit operative: Symbian Smartphones, MeeGo Computers e Strategic Business Operations. Ed è nell'ambito di questa divisione che verrà creato un portafoglio Windows Phone. Sarà guidata da Jo Harlow.

All'area Mobile Phones verrà assegnato il compito di attuare la strategia Nokia del "prossimo miliardo", con l'obiettivo di facilitare l'accesso a Internet del prossimo miliardo di persone. Sarà guidata da Mary McDowell.

La divisione Services and Developer Experience, sotto la guida di Tero Ojanpera, si occuperà del portafoglio globale di servizi e delle relazioni con le comunità degli sviluppatori.

Navteq, infine, continuerà a operare come entità autonoma, sotto la guida di Larry Kaplan.

Intanto, Stephen Elop e Steve Ballmer hanno diffuso una lettera aperta, nella quale spiegano l'accordo raggiunto. La lettera chiude così: "Ci sono altri ecosistemi mobile. Noi li faremo crollare. Ci saranno delle sfide. le supereremo".

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here