Vendere sneaker con la realtà aumentata

Le grandi marche sportive vorrebbero offrire ai loro clienti un’esperienza di acquisto originale quando lanciano prodotti particolari o in serie limitata, ma questo nel tempo si è fatto un problema non banale e aumenta il ricorso alla realtà aumentata.

Nike ha puntato da qualche tempo sulla sua app SNRKS e ora prova a renderne l’utilizzo più interessante proprio con la realtà aumentata.

Il progetto è stato sviluppato per il lancio delle Nike SB Dunk High Pro Momofuku, una edizione limitata nata da una collaborazione con lo chef statunitense David Chang. La funzione di realtà aumentata si attiva inquadrando un menu del ristorante Fuku a New York, menu che può anche essere digitale e quindi inquadrato online.

A questo punto la parte di realtà aumentata fa apparire un modello 3D delle sneaker e permette quindi di acquistarle.

La stessa funzione si attiva inquadrando degli appositi poster che sono stati posizionati vicino ai ristoranti di Chang. In questo caso bisogna essere fisicamente a New York per usare l’app, un poster virtuale non è sufficiente.

La realtà aumentata nell’applicazione Nike svolge diverse funzioni. Uno dei suoi ruoli principali, anche se meno evidenti, è garantire che a cercare di comprare online i prodotti siano davvero consumatori umani e non bot.

È infatti abbastanza frequente vedere lanci di prodotti vanificati dalla grande “efficienza digitale” dei bot che li acquistano velocemente per conto di chi intende rivenderli, sempre online ma a caro prezzo.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here