NetApp stende la base per il cloud

Nuova ondata di prodotti per un’infrastruttura condivisa che fa fare cloud pubblici e privati.

Per il ceo di NetApp, Tom Georgens, è in atto un cambiamento poiché i Cio tentano di allineare l'It alla velocità del business, cercando nel frattempo di tenere sotto controllo i budget. Siamo a una svolta radicale, poiché le decisioni prese dal management non avranno impatto solo sul rapporto attuale con la concorrenza, ma anche sul business a lungo termine.

Per Georgens le aziende stanno ragionando in maniera diversa e si stanno rivolgendo a NetApp per una piattaforma di storage in grado di dare flessibilità d efficienza e NetApp stessa sta ponendo le basi per favorire il loro passaggio a un'infrastruttura It condivisa, che li aiuti ad affrontare il futuro.

Lo fa con una gamma di nuovi prodotti e tecnologie.

Sul piano dei sistemi ed architettura unificata si parla del sistema Data Ontap8 con funzioni per spostare grandi volumi di dati senza interrompere le attività, dei tre nuovi sistemi di fascia alta Fas/V6200 Series, e dei tre nuovi sistemi medi Fas/V3200 Series.
Pronte anche nuove unità disco a stato solido e il disk shelf DS2246.
Alla suiite software di gestione OnCommand il compito di automatizzare le attività. FlexPod per Vmware, poi, consente di velocizzare il passaggio a un'infrastruttura virtualizzata e condivisa.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome