Nel futuro di iPhone c’è l’archivio di dati clinici

CNBC lo definisce come il “piano segreto” di Apple per trasformare iPhone in un archivio personale di tutti i dati clinici del suo possessore.

Un piano che tanto segreto non è se consideriamo che la tendenza di Apple in tal senso è abbastanza chiara e che le indiscrezioni in merito non fanno altro che susseguirsi dandosi consistenza a vicenda. CNBC aggiunge però una tessera a questo puzzle: Apple avrebbe coinvolto Health Gorilla, una piccola startup che ha avviato un progetto in linea con le sue idee.

Health Gorilla ha creato infatti una infrastruttura denominata Clinical Network, progettata per mettere in collegamento medici, fornitori di servizi clinici o assistenziali (laboratori di diagnostica e radiologici, centri di servizi infermieristici, case di cura…) e anche i pazienti.

Si tratta comunque di un servizio rivolto soprattutto ai professionisti. Mira a semplificare operazioni come la richiesta e la consegna di esami di laboratorio e il trasferimento dei dati clinici di un paziente da un medico a un altro, ad esempio da un medico generico a uno specialista. La gestione delle informazioni sensibili lungo la Clinical Network è infatti a norma di legge, grazie anche al fatto che Health Gorilla usa i servizi specifici di Amazon AWS.

Health Gorilla quindi potrebbe fornire ad Apple le competenze che servono per la gestione dei dati clinici in maniera sicura anche su iPhone, partendo innanzitutto dal fatto che ha sviluppato un’app iOS collegata alla sua Clinical Network.

Grazie all’app un paziente può avere una visione integrata e completa della sua “vita clinica”, attingendo alle informazioni che i suoi medici hanno conservato nella piattaforma. Health Gorilla prevede anche un servizio di “importazione” delle informazioni attraverso una richiesta formale ai medici che non fanno già parte della Clinical Network.

Il problema di fondo che Apple cerca di risolvere è che non esiste in nessun sistema clinico la possibilità di avere facilmente a disposizione tutte le informazioni mediche legate a un paziente. I sistemi informatici di medici, cliniche, ospedali e laboratori sono tutti separati - quando ci sono - ed è provato che questa mancanza di informazioni porta a errori medici e diagnosi sbagliate.

Apple sembra voler affrontare la questione ribaltandola. Dato che non esisterà forse mai un sistema centralizzato e “ufficiale” che coordini le varie fonti di informazioni mediche, meglio spostare l’attenzione sul paziente e trasformarlo - o meglio trasformare il suo iPhone - in qualcosa di simile. Realizzando un sistema analogo a quello di Health Gorilla, sarebbe il paziente il collettore unico di tutti i suoi dati clinici. Con in più il vantaggio che iPhone sta diventando anche il centro in cui memorizzare informazioni raccolte in tempo reale sull’attività fisica, la qualità del sonno e diversi parametri di rilevanza clinica.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here