Qualcomm 5G

A Barcellona, in occasione del Mobile World Congress 2019 le novità Qualcomm non possono che essere all’insegna del 5G.

La grande fiera internazionale dedicata al mondo mobile vede dunque l’arrivo di una raffica di novità Qualcomm in ambito 5G.

A partire da un protagonista d’eccezione: il modem commerciale 5G multimode pronto ad accelerare il rollout globale del 5G.

Con il modem 5G Snapdragon X55 di seconda generazione Qualcomm intende rafforzare la leadership dell’azienda in ambito 5G e 4G. Vuole raggiungere l’obiettivo attraverso una soluzione completa modem-to-antenna che supporta tutti i principali tipi di spettro e bande.

Modem 5G Qualcomm Snapdragon X55

Snapdragon X55 è il modem 5G New Radio (NR) di seconda generazione di Qualcomm. Snapdragon X55 è un modem multimode con chip singolo a 7 nanometri integrato. Supporta connettività dal 2G al 5G, e bande di spettro mmWave e sub-6 GHz. Nonché velocità di download fino a 7 gigabit al secondo (Gbps) e di upload di 3 Gbps in 5G. Oltre a LTE di Categoria 22 con velocità di download a 2,5 Gbps.

Qualcomm 5GIl modem 5G Snapdragon X55 è progettato per favorire il rollout su scala mondiale del 5G. Ciò, grazie al supporto per tutte le principali bande di frequenza, sia mmWave che sub-6 GHz, o modalità operative TDD e FDD. Oltre che implementazioni di rete di tipo standalone (SA) e non standalone (NSA). Il dispositivo offre dunque la flessibilità di abilitare praticamente tutti i tipi di implementazione a livello globale.

Qualcomm 5GOltre a implementazioni in bande di frequenza greenfield allocate per il 5G, il modem Snapdragon X55 è stato sviluppato per supportare la condivisione dello spettro dinamico tra il 4G e il 5G. Ciò permette agli operatori di accelerare le implementazioni 5G utilizzando le infrastrutture 4G esistenti.

Altre soluzioni 5G Qualcomm

Per l’occasione, Qualcomm annuncia anche soluzioni 5G RF front-end di seconda generazione per dispositivi mobili 5G multimode, più efficienti e più eleganti. Soluzioni che aiutano gli OEM a commercializzare rapidamente dispositivi 5G altamente performanti.

I nuovi prodotti rappresentano una soluzione RF progettata per funzionare con il nuovo modem 5G Qualcomm Snapdragon X55. In grado di offrire dunque un sistema completo modem-to-antenna per dispositivi mobili 5G che supportano bande di spettro sub-6 GHz e millimiter wave (mmWave).

Sempre in occasione del MWC 2019, Qualcomm annuncia nuove reti test di tipo Over-the-Air 5G end-to-end, per guidare l'innovazione in ambito 5G.

L’azienda amplia le sue reti di prova 5G per includere nuove configurazioni over-the-air (OTA) end-to-end per bande di spettro sub-6 GHz e millimiter wave (mmWave). Le nuove reti 5G saranno disponibili presso le sedi di ricerca e sviluppo Qualcomm a San Diego in California e a Bridgewater nel New Jersey.

Esse consentiranno a Qualcomm Technologies di convalidare i nuovi progetti conformi alle specifiche della Release 16+ del 3GPP prima della standardizzazione. Nonché di perfezionare gli algoritmi e le tecnologie 5G per migliorarne ulteriormente le prestazioni. Oltre che testare e dimostrare le funzionalità emergenti di edge computing tra cui eXtended reality a bassa latenza. E dar prova delle funzionalità 5G non ancora implementate.

Le reti di prova andranno a completare gli esistenti test di interoperabilità (IoDT) e consentiranno all'azienda di acquisire una più vasta esperienza in ambito 5G.

Qualcomm pronta per il 5G

Al Mobile World Congress 2019 di Barcellona Qualcomm porterà inoltre  le avanzate tecnologie 5G New Radio (NR). Allo scopo di presentare la roadmap e l’ampia gamma di innovazioni e soluzioni basate sulla tecnologia 5G, implementata in nuove applicazioni e casi d'uso.

Le demo live evidenzieranno l’utilità dell'uso esteso della banda larga mobile (eMBB) di Qualcomm Technologies su smartphone basati su 3GPP Release 15 (R15). E illustreranno nuovi casi d'uso che espandono il 5G NR a nuovi settori su standard 3GPP Release 16 e oltre.

Maggiori informazioni sulle soluzioni Qualcomm sono disponibili sul sito dell’azienda, a questo link.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome