Motorola spinge l’acceleratore sui chip per handheld

Due nuovi modelli saranno diponibili a partire dal prossimo anno. Con questi prodotti l’azienda è più che mai decisa a conservare lo share (75%) acquisito

La lotta per il predominio del segmento processori si
inzia a fare serrata anche in ambito handheld. Pure qui Intel sta dicendo la sua
ma nel settore è Motorola a farla da padrone, con il 75% di share, e per nulla
intenzionata a perdere terreno. Per questo motivo, al fine di meglio
fronteggiare gli avversari, ha aggiunto due nuovi modelli alla propria
linea di chip Dragonball, il Super Vz e l'Mx1. La società ha in
previsione di iniziare a distribuire alcuni campioni dei nuovi chip per il
quarto trimestre dell'anno, mentre la produzione in volumi è attesa per il primo
trimestre del 2002. Anche i primi dispositivi handheld equipaggiati con i nuovi
processori dovrebbero essere disponibili nello stesso periodo.
il Super Vz
è il chip che prende il posto del Vz ed è basato sul core del vecchio
68 mentre l'Mx1 è il primo processore Motorola sviluppato su tecnologia Arm. I
due chip sono basati su bluprint similari in modo che gli sviluppatori possano
scrivere le stesse applicazioni per entrambi con una minore quantità di
problemi. Tuttavia, mentre questi chip sono simili nel design, l'Mx1 sarà usato
nei dispositivi di fascia alta mentre il Super Vz sarà, invece, in quelli
entry level in termini di performance. Il Super Vz lavorerà a 66 MHz, sarà due
volte più veloce rispetto al Vz e avrà un prezzo di 14 dollari. L'Mx1 lavorerà a
140 e 200 MHz e costerà 19 dollari. Entrambi i chip supportano la Memory Stick e
la tecnologia di espansione Secure Digital. L'Mx1 supporterà anche Bultetooth e
lo standard di comunicazione wireless short range.


 

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here