Motorola: lo spin off prelude alla vendita?

Secondo gli analisti, lo spin off delle attività legate a processori è solo il preludio per una loro progressiva cessione

13 ottobre 2003 La decisione annunciata nei
giorni scorsi, di costituire una società a parte per tutte le attività legate
alla produzione di chip, non significa in alcun modo che
Motorola abbia rinunciato all'idea di venderle in toto o in
parte.
E' questa l'opinione degli analisti e degli osservatori di mercato, i
quali sottolineano nel contempo, però, che poichè l'area di intervento di
Motorola in questo settore è molto vasta (si va dai processori per il settore
automobilistico a quelli per l'industria e per le reti), difficilmente si
troverà una sola realtà in grado di coprire nella stessa misura tutti gli
ambiti.
Abbastanza prevedibile il percorso, sempre secondo gli analisti. In
una prima fase Motorola troverà acquirenti per alcuni dei suoi rami di attività.
Quel che ne resterà sarà una azienda facilmente scalabile e dunque posizionabile
sul mercato in attesa di una offerta pubblica di acquisto.
Oggi le attività
di Motorola nel mondo dei processori valgono qualcosa come 5 miliardi di dollari
l'anno, ma la marginalità è scesa molto rispetto a tre anni fa, quando
addirittura arrivava al 20%.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome