Motorola guadagna meno del previsto

Si è chiuso con profitti per 1,18 miliardi di dollari il 1997 di Motorola, che ha così incrementato di poco gli 1,15 miliardi dell’anno precedente. L a cifra risente di un quarto trimestre non troppo positivo, nel quale l’azienda ha fatto …

Si è chiuso con profitti per 1,18 miliardi di dollari il 1997 di Motorola,
che ha così incrementato di poco gli 1,15 miliardi dell'anno precedente. L
a
cifra risente di un quarto trimestre non troppo positivo, nel quale
l'azienda ha fatto segnare un utile per azione di 53 cent, un po' al di
sotto di quanto previsto dagli analisti di First Call (65 cent per azione).
La cifra complessiva, 321 milioni di dollari, comunque, è superiore del 35
%
rispetto a un anno fa. Il profitto dell'intera annata ha raggiunto i 29,8
miliardi di dollari, anch'esso in labile crescita, "solo" del 7% rispetto
al 1996.
Nel computo dell'annata, tuttavia, va incluso un carico per 3206 milioni
di dollari, dovuto alla decisione dell'azienda di uscire da alcuni mercati
giudicati non redditizi (Dram e modem analogici). A ciò si deve aggiungere
la crisi del sud-est asiatico, che ha inciso su vendite, ordini e profitti
anche per una società americana come Motorola. Tutto sommato, proprio in
considerazione di questi fattori, aver segnato una seppur lieve crescita
globale è comunque segno di buona salute per la casa statunitense. Non va
dimenticato che nell'anno incorso Motorola ha dovuto anche bruscamente
rinunciare agli introiti derivati dalla produzione di cloni Macintosh, dopo
che in estate Steve Jobs ha deciso di rivedere la politica della propria
azienda in materia. Questo ha inciso soprattutto sulle vendite della
divisione Computer Group di Motorola, mentre i processori hanno continuato
a tirare, con forti domande provenienti da dai settori delle comunicazioni,
dell'industria automobilistica, della distribuzione e del consumer.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here