Motorola cede la divisione chip?

Il vendor statunitense sembrerebbe seriamente intenzionato a vendere la propria unit dedicata ai semiconduttori. Il business a essa legato non sarebbe più profittevole e starebbe ulteriormente mettendo in crisi la società, già impegnata a tagliare i costi e frenare le perdite

L'emorragia che ha colpito il segmento dei chip non sembra volersi
arrestare. Se ne è accorta Motorola, che proprio in questi giorni sta seriamente
valutando la possibilità di "sbarazzarsi" della propria divisione dedicata al
comparto in crisi.

Per il momento, non è ancora
ben chiaro se il colosso americano intenda mettere in vendita la propria unit
dedicata ai semiconduttori, oppure dare vita a uno spin off. Quel che è certo è
che se Motorola intende stare al passo con i propri competitor, i provvedimenti
a tale proposito dovranno essere presi entro breve tempo.

La società
americana - alle spalle di Nokia nel mercato mondiale dei telefoni cellulari e
al sesto posto tra i produttori di chip - ha infatti deciso di mettere il ritorno
dei propri investimenti davanti a ogni cosa. Seguendo questa politica, tagliare i business non profittevoli diventa una scelta obbligata.

Anche se per
il momento non è stata presa alcuna decisione definitiva in proposito - fanno
sapere i vertici della società -, il livello attuale delle prestazioni finanziarie registrate dal segmento dei semiconduttori è diventato intollerabile. A nulla sono valsi i licenziamenti attuati in questi ultimi mesi e la chiusura di numerosi stabilimenti. I 131 milioni di dollari di perdite
operative registrati nel primo trimestre di quest'anno, sono levitati a 381 nel
secondo quarter.

D'altra parte, gli analisti di mercato e i produttori
confidano in una ripresa del mercato, anche se non è ancora chiaro quanto tempo
occorrerà affinché questo possa avvenire.
Quel che è certo è che il
segmento dei semiconduttori, come quello della comunicazione, è e
rimane assolutamente strategico per Motorola. Ciò lascia presupporre che se
la società americana deciderà di vendere la propria divisione, lo fara solo dopo
un'attenta riflessione.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here