Mobilità protagonista al Sundance Film Festival

A Salt Lake City, la rete Wi-fi pubblica messa a punto da Ruckus Wireless ha supportato le applicazioni mobile e l’offload dei dati fornendo accesso Internet ad alta velocità a oltre 45mila cineamatori armati di smartphone e tablet.

Consapevole di come il live-streaming rappresenti un elemento chiave per migliorare l'esperienza cinematografica, per il terzo anno consecutivo, il Sundance Film Festival di Salt Lake City ha scelto le tecnologie e i prodotti Smart Wi-fi di Ruckus Wireless.

Nella dieci giorni che, alla fine di gennaio, ha visto confluire oltre 45mila persone all'appuntamento annuale ideato da Robert Redford, presidente e fondatore del Sundance Institute che organizza e patrocina l'evento, a supportare le applicazioni mobili, l'offload dei dati di traffico dalla rete cellulare e a fornire accesso Internet ad alta velocità a un numero sempre maggiore di cineamatori armati di smartphone e tablet, ci ha pensato la rete Wi-fi pubblica messa in piedi dal carrier californiano.

Lo stesso che ha provveduto a offrire come servizio free a tutti i visitatori del Sundance, un collegamento Web ad alte prestazioni in 15 location, sia indoor che outdoor, distribuite in tutta l'area ufficiale del Festival.
Da qui l'accesso ai contenuti della manifestazione in totale libertà ma anche la possibilità di condividere in tempo reale sui social media foto e video dell'evento che, per la portata internazionale, non poteva che esigere una rete Wi-fi studiata per utilizzi massivi.

Il tutto tenendo conto dei limiti della rete cellulare, visto che già nel 2012, la rete Wi-fi aveva registrato un incremento a 290 Gb al giorno rispetto alla media giornaliera riportata nel 2011 di 220 Gb nella sola gestione offload del traffico gestito da reti 3 e 4G.
In questo modo, in aggiunta a un'intera rete comprensiva di 100 access point Ruckus ZoneFlex sia indoor che outdoor, ci si è affidati al nuovo controller Wlan ZoneDirector 3100 che, con una connessione a 100 Mbps, è riuscito a garantire la gestione centrale dell'intero network dal datacenter del Sundance Institute per ciò che concerne i siti remoti ed eliminando, così, l'esigenza di avere controller locali per ogni area.

Per gestire la resilienza il Sundance Institute ha, infine, implementato bridge point-to-point 802.11n a lunga distanza per assicurare un servizio di backup wireless ad alta velocità dal Park City Marriott agli headquarter situati a tre miglia di distanza.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here