Milano aiuta i giovani che rientrano in Italia per avviare una start-up

A disposizione 510.000 euro a fondo perduto a favore di giovani talenti che danno vita a un’impresa con sede nel capoluogo lombardo.

La
Camera di Commercio di Milano e il Comune di Milano sono scesi in campo per
favorire il rientro in Italia di giovani talenti che costituiscano
un'impresa con sede nella città di Milano
.

A tal fine è stato indetto un bando rivolto a tutti coloro che siano nati
dopo il 20 gennaio 1969
, si trovino stabilmente all'estero
da almeno due anni e abbiano maturato
per almeno 24 mesi continuativi esperienze lavorative fuori dall'Italia
. In
alternativa, possono aver frequentato, ottenendo una laurea o una
specializzazione post lauream, un corso di studi della medesima durata. Ma possono anche aver conseguito una laurea o una specializzazione post lauream, a fronte di un corso
di studi fuori dall'Italia, per la durata di almeno 12 mesi, maturando, da laureati, esperienze lavorative sempre fuori dall'Italia, per la
durata di almeno altri 12 mesi continuativi. Qualsiasi siano i requisiti posseduti, è essenziale che tali giovani intendano costituire un'attività
d'impresa con sede nella città di
Milano e che trasferiscano il domicilio e/o la residenza in Italia, entro tre
mesi dall'avvio di tale attività imprenditoriale.

Le risorse complessivamente stanziate
ammontano a 510.000 euro, di cui 400.000 stanziati dal Comune di Milano e
110.000 dalla Camera di Commercio
. Saranno erogati contributi a fondo
perduto a parziale copertura degli investimenti riconducili allo start-up
d'impresa fino a 40.000 euro e un premio di 20.000 euro.

Le domande di partecipazione potranno essere
inviate dal 4 settembre 2012 al 4 ottobre 2012
al seguente indirizzo
di posta certificata: plo.bandi@postacert.comune.milano.it

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here