Microsoft: una App Office per iPad?

iPad 2
Strategie –

Secondo il Daily l’anno prossimo l’azienda potrebbe presentare una sua App Office, proponendola a 10 dollari. Intanto Microsoft si allea con Agreeya Mobility per lo sviluppo di applicazioni compatibili destinate ai vari sistemi operativi per il mondo mobile.

La notizia, che in queste ore sta rimbalzando dagli Stati Uniti, ė di quelle destinate ad aprire dibattiti accesi prima ancora di essere confermata o smentita dai diretti interessati.
Che in questo caso sono due e portano i nomi di Microsoft ed Apple.

Secondo quanto riportato dal Daily, l’emagazine di News Corp., Microsoft sarebbe attivamente al lavoro per portare su iPad la sua suite Office.
Una App per iPad, proposta a circa 10 dollari, per restare in linea con il prezzo medio delle applicazioni di produttività personale disponibili sullo Store di Apple, alla quale potrebbe addirittura seguire sempre nel corso del prossimo anno una versione della suite per Os X Lion.

Una App Office sviluppata da Microsoft si porrebbe in diretta concorrenza con l’offerta iWorks di Apple, che include le soluzioni Pages, Numbers e Keynote, targata Apple.
Ma al di là delle speculazioni, il dibattito ė già aperto non solo sulla fondatezza del rumor (il Daily cita fonti anonime ndr), ma anche e soprattutto sull’opportunità che Microsoft si lanci in una simile avventura.
Così, al di là della facile battuta in stile “se non puoi batterti, fatteli amici”, c’è chi sottolinea come le attuali proposte di Microsoft per le piattaforme web based, le Office Web Apps, su Mac consentono solo la visualizzazione e non l’editing di documenti Word, Excel, PowerPoint e OneNote.
Per altro, il rischio per Microsoft sarebbe quello di cannibalizzare la sua offerta full proponendo la suite per iOS a un prezzo decisamente inferiore a quello normalmente utilizzato.
Redmond potrebbe decidere di adottare su iPad una strategia simile a quella già praticata con la versione Starter di Office 2010: offrire Word ed Excel in formato alleggerito e ridotto, privo di alcune funzionalità comunque importanti, a titolo gratuito o semigratuito, nella speranza di convincere poi gli utenti ad acquistare una versione piena della suite.

Oppure potrebbe creare un link tra l’offerta per iPad e gli abbonamenti a Office 365.
Oppure.

Ma queste sono, in questa fase, ancora solo speculazioni,
Reale, invece, è un’altra notizia che riguarda Microsoft.

L’utilizzo dei protocolli alla base del funzionamento di molti servizi Microsoft sarà concesso in licenza ad un’azienda che provvederà a sviluppare applicazioni compatibili destinate ai vari sistemi operativi per il mondo mobile disponibili sulla piazza.
Sarà dunque Agreeya Mobility a mettere a punto un pacchetto di applicazioni concepite per i device mobili che saranno compatibili con una vasta schiera di prodotti Microsoft, tra i quali i servizi desktop remoto di Windows, Windows Azure, Active Directory e SharePoint.

Come ha spiegato Sandy Gupta, general manager Microsoft, l’obiettivo consiste nel rendere la vita più semplice ai dipendenti aziendali che intendono utilizzare smartphone e tablet, qualunque essi siano, per scopi lavorativi. Grazie all’accordo di licenza con Microsoft, Agreeya Mobility potrà mettere a punto un’applicazione che consentirà ai possessori di dispositivi basati su Apple iOS o Google Android, ad esempio, di visualizzare documenti aziendali condivisi attraverso SharePoint. La stessa persona potrà, poi, stampare documenti utilizzando una stampante installata nella sua società. “Si tratta di un passo importante che apre i servizi enterprise all’interoperabilità con le applicazioni mobili”, ha aggiunto Gupta.

Secondo quanto dichiarato dal Ceo di Agreeya Mobility, la suite di applicazioni destinata ai possessori di telefoni iOS ed Android dovrebbe vedere la luce già nel corso del prossimo mese di marzo. Numerosi produttori, sebbene il loro nome non sia stato esplicitamente citato, avrebbero già avviato una serie di test sulla soluzione proposta.

Pubblica i tuoi pensieri