Per Microsoft gli sviluppatori sono i veri protagonisti dell’AI

Per Scott Guthrie, Executive Vice President, Microsoft Cloud and AI Group di Microsoft “È un momento eccezionale per essere uno sviluppatore. Dalle app che integrano AI e machine learning, all’uso della blockchain per risolvere i problemi di business, le competenze e le potenzialità degli sviluppatori sono in rapida crescita”.

E a Build 2019 di Seattle Microsoft presenterà una serie di nuovi servizi e tecnologie Azure per supportare gli sviluppatori con funzionalità di intelligenza artificiale, realtà mista, IoT e blockchain, cloud ibrido ed edge computing.

Microsoft ha infatti annunciato una nuova serie di tecnologie di intelligenza artificiale basate su Azure che intendono aiutare gli sviluppatori e i data scientist a integrare l’AI in ogni soluzione.

Gli Azure Cognitive Services consentono alle applicazioni di vedere, ascoltare, rispondere, tradurre, ragionare e altro ancora. Microsoft annuncia una nuova categoria di Cognitive Services, chiamata Decision, che offre agli utenti consigli specifici per aiutarli a prendere decisioni più informate ed efficienti. Questa categoria include Content Moderator, la funzionalità recentemente annunciata Anomaly Detector e un nuovo servizio chiamato Personalizer, che grazie al reinforcement learning da consigli a supporto di un decision-making più rapido e informato.

Microsoft porta l’intelligenza artificiale in Azure Search con la disponibilità della funzionalità cognitive search, che permette ai clienti di applicare gli algoritmi dei Cognitive Services per estrapolare nuovi insight da contenuti strutturati e non. Inoltre, Microsoft propone in preview una nuova funzionalità che consente agli sviluppatori di archiviare gli insight AI ottenuti dalla cognitive search, migliorando la creazione di esperienze grazie alle visualizzazioni Power BI o a modelli di machine learning.

Le novità di Azure Machine Learning semplificano il processo di creazione, training e utilizzo dei modelli di machine learning: l’integrazione delle funzionalità MLOps con Azure DevOps garantisce l’automazione, la riproducibilità e la possibilità di effettuare audit del ciclo di vita del machine learning end-to-end; miglioramenti del machine learning automatizzato e un’interfaccia utente intuitiva semplificano lo sviluppo di modelli di alta qualità: l’interfaccia visiva delle funzionalità di machine learning offre un’esperienza di creazione e utilizzo senza necessità di scrivere codice, con funzionalità drag-and-drop.

Microsoft annuncia inoltre la general availability di modelli con accelerazione hardware che operano su FPGA, oltre al supporto di ONNX Runtime per NVIDIA TensorRT e Intel nGraph, con l’obiettivo di ridurre al minimo la latenza e migliorare l’efficacia delle operazioni di inferenza.

Hybrid cloud ed edge computing

Microsoft introduce Azure SQL Database Edge a supporto delle numerose esigenze dell’edge computing. Un motore di database SQL ottimizzato per ambienti di calcolo ridotti con intelligenza artificiale integrata, la soluzione combina lo streaming di dati con funzionalità AI in-database e sui grafi per abilitare l’intelligenza nell’edge. Azure SQL Database Edge condivide la stessa Programming Surface Area di SQL Server, permettendo agli sviluppatori di portare facilmente le applicazioni nell’edge senza dover apprendere nuovi tool o linguaggi, offrendo un’esperienza coerente di programmazione.

È stato inoltre annunciato IoT Plug and Play, un nuovo linguaggio di modellizzazione aperto che permette di connettere senza soluzione di continuità i dispositivi IoT al cloud, offrendo una risposta a una delle principali sfide per gli sviluppatori: applicare le soluzioni IoT su vasta scala. Precedentemente, il software doveva essere scritto specificatamente per il singolo dispositivo connesso supportato, limitando la scala di applicazione dei dispositivi IoT. IoT Plug and Play offrirà ai clienti un ampio ecosistema di dispositivi certificati dai partner che possono connettersi velocemente.

Microsoft intende inoltre semplificare lo sviluppo di soluzioni per HoloLens 2 con il bundle HoloLens 2 Developer, che mette al servizio della community di sviluppatori di mixed reality soluzioni in grado di aiutarli a creare e gestire esperienze di realtà mista su una vasta gamma di dispositivi.

Il supporto di Unreal Engine 4 per l’integrazione di piattaforme native e di streaming per HoloLens 2 sarà a disposizione degli sviluppatori entro la fine di maggio, consentendo di creare render di alta qualità e realistici ed esperienze di realtà mista immersive per soluzioni dedicate all’architettura, al product design, al settore manifatturiero e altro ancora.

Lo scorso anno, Microsoft ha annunciato Azure Blockchain Workbench, che ha dato agli sviluppatori un’interfaccia utente semplice per modellare applicazioni blockchain su un network preconfigurato supportato da Azure. Il nuovo annuncio va ancora oltre.

Azure Blockchain Service semplifica la creazione, gestione e governance di Consortium Blockchain Networks, permettendo alle aziende di concentrarsi sulla logica del flusso di lavoro e lo sviluppo di app. Azure Blockchain Service fa leva su un consortium network completamente gestito e offre governance integrata per i comuni compiti di gestione, come aggiungere nuovi membri, impostare i permessi e autenticare le applicazioni degli utenti.

Microsoft ha inoltre annunciato che la piattaforma Ethereum di J.P. Morgan, Quorum, è il primo ledger disponibile in Azure Blockchain Service, offrendo ai clienti Microsoft e J.P. Morgan la possibilità di impiegare e gestire blockchain networks scalabili sul Cloud.

 

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

2 COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome