Microsoft spinge sul noleggio con Open Value

La nuova famiglia di programmi licensing punta alla semplificazione e a una migliore gestione dei costi e degli aggiornamenti

Migliore gestione dei costi, semplice inventario delle licenze, più
facile gestione degli aggiornamenti.
A queste necessità delle Pmi Microsoft risponde proponendo la nuova famiglia
di programmi licensing. E questo è il momento giusto visto l'arrivo imminente
di Vista e Office 12. Le modalità di acquisizione del software prevedono
che per le aziende con meno di cinque pc il cliente possa pagare subito il software
e la sua licenza d'uso, più conveniente se è preinstallato Oem,
attraverso il programma Easy Open. Lo stesso vale anche per le aziende con più
di cinque pc, ma in questo caso entra in gioco anche Open Value, che va a sostituire
MultiYear Open e Open Subcription License. Open Value si suddivide in tre sottoprogrammi
Microsoft Open Value Basic (Ovb), Open Value Companywide (Ovcw), che riguardano
l'acquisto e Open Value Subscription (Ovs), per chi preferisce il noleggio.

Prima aderisci e più risparmi
«A nostro avviso - sostiene Alfredo Pizzirani,
responsabile marketing programmi licencing - l'ultimo è il programma
più attraente per le Pmi, valido nella sola Europa, perché prevede
il noleggio risparmiando notevolmente. È come effettuare un abbonamento
annuale, a costo più basso, rinnovabile per tre anni. Chi sceglie questo
programma, entro il 31 marzo 2006, ha un ulteriore sconto del 50% sul canone
del primo anno per il software vecchio (fino a tre versioni precedenti)»
.

Open Value Subscription è articolato in due differenti offerte: piattaforma
desktop Professional e piattaforma Small Business, che offrono più bassi
costi di ingresso (50 centesimi al giorno su Office, per esempio), la possibilità
di aumentare o diminuire le licenze nel corso del contratto, ma anche maggiore
facilità della gestione delle licenze, attraverso l'indirizzo https://licensing.microsoft.com,
su cui si può verificare la situazione aggiornata del proprio installato.
Inoltre, dà diritto alle nuove versioni (Vista e Office 12, oltre a quelle
che verranno introdotte successivamente), garantisce compatibilità con
le applicazioni più vecchie presenti in azienda, consente l'installazione
di Office a casa e offre sconti (dal 30 al 70%) per l'acquisto di prodotti Microsoft
a uso personale da parte dei dipendenti «un modo ulteriore -
precisa il manager - per combattere la pirateria».
Ai rivenditori Microsoft segnala che questo programma offre l'occasione di ricontattare
i clienti ogni anno (visto che il rinnovo è annuale). E poi i dealer
non hanno alcun obbligo contrattuale se il cliente non riordina, né se
il cliente non è in regola e deve disinstallare. Un'altra possibilità
per i rivenditori riguarda l'erogazione di servizi legati a Software Assurance,
l'offerta riguardante la manutenzione del software, inclusa nell'Open Value
Subscription, che nella versione 2006 si arricchisce di alcune novità,
tra cui l'estensione del supporto tecnico 24x7 per tutti i prodotti e la semplificazione
del deployment. Dall'inizio di novembre, infine, Microsoft ha reso disponibile
per i partner di canale della formazione on line con test finale; coloro che
superano l'esame avranno un rebate per ogni contratto Open Value venduto entro
fine dicembre.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here