Microsoft: il display advertising ad Aol, le mappe a Uber

Il display advertising ad Aol e le mappe, o parte di esse, a Uber. Operazione rifocalizzazione per Microsoft, che, secondo quanto riportano le cronache statunitensi, sta cercando di diminuire il peso di alcune attività online non profittevoli, per concentrarsi su ambiti più strategici.
Questo significa da un lato concentrarsi sullo sviluppo del search advertising con Bing, attività che secondo le attese del Ceo Satya Nadella dovrebbe arrivare all’utile nel prossimo esercizio fiscale, dall’altro sull’integrazione dei servizi di mappe sui dispositivi Windows, piuttosto che svilupparli in casa.
I dipendenti che attualmente lavorano sui servizi di display advertising di Microsoft avranno la possibilità di un trasferimento in Aol, ma in ogni caso l’operazione di passaggio delle attività non dovrebbe comportare licenziamenti.
Aol venderà il display advertising su Msn, Outlook, Xbox, Skype e in alcune App, adottando Bing come motore di ricerca sulla propria piattaforma a partire dal prossimo anno.
Per quanto riguarda invece l’accordo con Uber, accordo del quale non sono noti i termini economici, si sa che la società che gestisce il servizio di trasporto automobilistico dovrebbe rilevare la unit che si occupa dell’acquisizione delle immagini e della gestione delle mappe, portandosi in casa il centinaio di dipendenti Microsoft che vi lavorano.
Concretamente, questo significa che Microsoft non si occuperà più direttamente dell’acquisizione cartografica, mentre continuerà a collaborare con chi fornisce questa tipologia di servizi, per integrarne i dati sulle proprie soluzioni.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here