Microsoft Ignite 2017, tutte le novità dall’AI al quantum computing

Microsoft Ignite Staya Nadella

Fornire a ogni persona e a ogni organizzazione del pianeta la capacità di ottenere migliori risultati. Questa la missione oggi di Microsoft”. Con queste parole Satya Nadella, Ceo della società di Redmond ha dato il via all’edizione 2017 di Microsoft Ignite, la convention tecnologica che quest’anno ha raccolto l’adesione di oltre 25.000 persone.

Le parole d’ordine che permeeranno tutto l’evento sono cloud, mixed reality e intelligenza artificiale. Senza però dimenticare l’importante scommessa di Microsoft che va sotto il nome di quantum computing e che, per usare le parole di Nadella, “è lo strumento che ci permetterà di risolvere in tempi brevi molti problemi la cui soluzione oggi richiede anni, come per esempio quelli che riguardano l’ambito meteorologico o medicale”.

Nadella ha evidenziato come attualmente sia necessario non focalizzarsi più sulla tecnologia ma su come questa possa essere usata per fornire il potere necessario alle persone per essere più creative e produttive. In questo senso, è necessario apportare un cambiamento all’interno dell’organizzazione per dar vita a una nuova cultura del lavoro che privilegi la cooperazione. Va da sé che per Nadella lo strumento cardine per poter ottenere questo risultato è Microsoft 365, ovvero il bundle lanciato lo scorso mese di luglio e che riunisce Office 365, Windows 10, Enterprise Mobility e Security: “Microsoft 365 permetterà di creare gli asset più strategici per l’azienda per catturare e integrare le interazioni all’interno e all’esterno dell’organizzazione. Le applicazioni non dovranno essere più individuali ma orientate al team”.

Per provare la concretezza di questa parole, la società ha mostrato come la cooperazione di Microsoft 365, LinkedIn e Dynamics 365 permetta di ottenere efficaci risultati, integrando dati e applicazioni eterogenei. Non solo. Anche l’intelligenza artificiale fa la sua parte. Proprio per questo sono state presentate diverse nuove soluzioni per Dynamics 365 AI, al fine di rendere disponibili degli agenti virtuali che abilitino la creazione di applicazioni, le quali, come detto, permettano alle aziende di reinventare i processi di lavoro quotidiani.

Microsoft ignite 2017 mixed reality
La progettazione di una Ford Focus: un esempio di come la mixed reality si possa inserire all'interno del lavoro quotidiano, abilitando anche la collaborazione  con colleghi remoti

 

 

Il keynote di apertura di Microsoft Ignite 2017 si è concluso con una sorta di tavola rotonda in cui gli scienziati che stanno lavorando al progetto Quantum Computing hanno raccontato all'anfitrione Nadella a che punto è lo sviluppo. I tempi per una possibile implementazione sono ancora lontani, tuttavia, si inizia a intravedere qualche risultato concreto come quello che potrebbe essere definito processore quantico, in cui la base non sono più il silicio e i semiconduttori, ma la "frattalizzazione" degli elettroni, un particolare processo che deve avvenire a 0,01° K e che porta le cariche elementari a disporsi in particolari configurazioni. "Questo progetto richiede di assiemare fisica, matematica a scienza computazionale per ottenere il computer del futuro. Un computer in cui verrà eseguita una nuova generazione di applicazioni". E tali applicazioni sono sviluppate con un nuovo linguaggio di programmazione che è già stato inserito all'interno di visual studio.

Dopo il keynote è venuto il momento degli annunci di prodotto. È stati così svelato il nuovo Microsoft 365 for Education: si tratta del bundle

Office 365 for Education, Windows 10, Enterprise Mobility e Security e Minecraft: Education Edition indirizzato espressamente al mondo scolastico per offrire agli studenti e ai docenti la possibilità di collaborare ed essere creativi in modo più efficace e con maggiore sicurezza.

Microsoft 365 sarà anche il motore di alcune nuove gamme di computer business realizzati da HP, Lenovo e Fujitsu che useranno come sistema operativo Windows  10 S, che quindi amplia il suo raggio d’azione dalla scuola al modo del lavoro.

Sul versante applicativo è arrivato l’annuncio della prossima integrazione di Skype for Business in Microsoft Team, il quale, grazie anche all’aggiunta di una serie di servizi, diverrà l’hub per il lavoro collaborativo tramite Office 365, permettendo anche la comunicazione via chat, voce e video.

Per Microsoft cloud fa rima con Azure. E siccome il cloud è uno dei pilastri della strategia della società guidata da Nadella diverse sono le novità che riguardano Azure, come la disponibilità di Stack (permette lo sviluppo di app usando le stesse API e i medesimi tool di Azure Cloud) anche attraverso partner quali Dell, EMC, HPE e Lenovo. Inoltre, Azure Security Center includerà nuove funzioni di sicurezza per ridurre la vulnerabilità, Azure Machine Learning integrerà nuovi tool e modelli per agevolare il lavoro degli sviluppatori di intelligenza artificiale e dei data scientist.

Passando a Sql Server, nella versione 2017 diventa ufficialmente disponibile anche per il mondo Linux e i conteiner Docker per consentire agli sviluppatori di usare il linguaggio e l’ambiente che preferiscono in modo di poter essere produttivi.

Microsoft ignite 2017 quantum computing
Uno dei primi prototipi di processore per quantum computing

Dopo il keynote è venuto il momento degli annunci di prodotto. È stato così svelato il nuovo Microsoft 365 for Education: si tratta del bundle Office 365 for Education, Windows 10, Enterprise Mobility e Security e Minecraft: Education Edition indirizzato espressamente al mondo scolastico per offrire a studenti e docenti la possibilità di collaborare ed essere creativi in modo più efficace e con maggiore sicurezza.

Microsoft 365 sarà anche il motore di alcune nuove gamme di computer business realizzati da HP, Lenovo e Fujitsu che useranno come sistema operativo Windows 10 S, che quindi amplia il suo raggio d’azione dalla scuola al modo del lavoro.

Sul versante applicativo è arrivato l’annuncio della prossima integrazione di Skype for Business in Microsoft Team, il quale, grazie anche all’aggiunta di una serie di servizi, diverrà l’hub per il lavoro collaborativo tramite Office 365, permettendo anche la comunicazione via chat, voce e video.

Per Microsoft cloud fa rima con Azure. E siccome il cloud è uno dei pilastri della strategia della società guidata da Nadella diverse sono le novità che riguardano Azure, come la disponibilità di Stack (permette lo sviluppo di app usando le stesse API e i medesimi tool di Azure Cloud) anche attraverso partner quali Dell, EMC, HPE e Lenovo. Inoltre, Azure Security Center includerà nuove funzioni di sicurezza per ridurre la vulnerabilità, mentre Azure Machine Learning integrerà nuovi tool e modelli per agevolare il lavoro degli sviluppatori di intelligenza artificiale e dei data scientist.

Passando a Sql Server, nella versione 2017 diventa ufficialmente disponibile anche per il mondo Linux e i conteiner Docker per consentire agli sviluppatori di usare il linguaggio e l’ambiente che preferiscono al fine di poter essere produttivi.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here