Microsoft fa chiarezza sui sistemi embedded

Per l’estate è prevista la beta 2 del nuovo Ce. A questa faranno seguito le versioni embedded del linguaggio C# e di Windows Xp

Microsoft ha reso noto che per questa estate è previsto il rilascio della
seconda versione beta di Talisker, ossia la nuova edizione di Windows Ce. Dato
che sino a fine anno, periodo previsto per la messa in commercio del sistema
operativo, c'è ancora tempo, Bill Gates e soci non hanno ancora deciso se il
prodotto definitivo si chiamerà Windows Ce 3.1 o 4. Tuttavia, la notizia della
prossima disponibilità della beta 2 di Windows Ce ha fornito a Microsoft
l'occasione per presentare la versione embedded del linguaggio di programmazione
C#, che si basa sulla medesima architettura del C# standard. In questo
linguaggio, Microsoft ha messo a punto il supporto di differenti processori, i
medesimi che gestiscono il funzionamento delle varie piattaforme hardware che
supportano Windows Ce. Embedded C# offre anche un altro vantaggio: consente di
realizzare programmi il cui codice binario occupa un minore spazio nella
memoria.
Al momento, la gamma dei prodotti embedded di Microsoft è costituita
da Windows Ce, Embedded Nt e Windows 2000 con il kit di sviluppo per server
dedicati (Appliance Server Kit). Verso la fine dell'anno la casa di Redmond
proporrà anche una versione embedded di Windows Xp, giusto un paio di settimane
dopo la disponibilità della versione standard del sistema. Microsoft ha
precisato che questo prodotto si posizionerà tra Windows Ce ed Embedded Nt e
sarà destinato ai terminali Windows di fascia alta o ai set top box.
Al
contrario di quanto accade con Ce, il vantaggio offerto da Embedded Xp è che
questo possiede le stesse interfacce di programmazione di Xp standard.
All'inizio del prossimo anno Microsoft commercializzerà anche Embedded Whistler,
che sostituirà Embedded Nt e Windows 2000 e che sarà dotato dell'Appliance
Server kit.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here