Microsoft e Msn: perché non fare un motore migliore di Google?

Paga o non paga? L’ipotesi di una Microsoft che paga gli utenti del suo motore di ricerca non è forse così azzardata. Ma il nodo è sempre la concorrenza con Google.

Un portavoce di Microsoft l'ha derubricata a semplice ipotesi di lavoro,
ma il fatto che ad annunciarla sia stato proprio Bill Gates fa pensare che
l'idea di pagare gli utenti per l'utilizzo di Msn sia molto concreta.


D'altronde Microsoft non è nuova a queste operazioni spregiudicate.

Netscape fu distrutto grazie a Internet Explorer ceduto gratuitamente e
inserito nei pc con Windows, però oggi la faccenda pare più complicata.


Microsoft è in netto ritardo rispetto a Google e soprattutto sembra non
riuscire a tenere il ritmo in termine di innovazione di prodotto. E allora per
cercare di recuperare terreno è pronta a mettere mano alla cassa e finanziare la
crescita di Msn a colpi di soldi, contenuti free o prodotti aziendali.


Però il sospetto è che ci vorrà poco perché qualcuno si inventi qualcosa
che permetta di spillare soldi a Microsoft fingendo l'utilizzo delle ricerche di
Msn o dei suoi servizi.
E poi, visto che sembra improbabile che Microsoft
offra moneta sonante in cambio dell'utilizzo del suo motore, l' alternativa
potrebbe essere una raccolta punti che dia la possibilità di ricevere poi dei
prodotti.

Ma sembra una soluzione di corto respiro. Forse la soluzione
migliore è quella proposta dalla “Breakingviews” di
Hugo Dixon, la celebre colonna di commento ai fatti finanziari. Microsoft deve
fare un motore di ricerca migliore di Google.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here