Microsoft e Ibm arricchiscono i servizi Uddi

Microsoft, Ibm e altri partner hanno annunciato la disponibilità live del registro delle aziende Uddi. Il progetto Universal Description, Discovery and Integration fu lanciato il settembre scorso per fornire una sorta di “pagine gialle” composte da azi …

Microsoft, Ibm e altri partner hanno annunciato la disponibilità live del registro delle aziende Uddi.
Il progetto Universal Description, Discovery and Integration fu lanciato il settembre scorso per fornire una sorta di “pagine gialle” composte da aziende per le aziende. L'obiettivo del registro è di permettere alle aziende di fare business con i partner attuali o quelli nuovi, facilmente e sul Web utilizzando l'Xml (the Extensible Markup Language). Secondo un responsabile del progetto di Microsoft, il registro ha così dimostrato l'interoperabilità dei servizi Web.
Microsoft e Ibm saranno le prime società a servire come operatrici del registro, nel quale sono entrate come beta testing in ottobre. A seguirle anche Hewlett-Packard che si è firmata come operatrice e che sarà ospitata per la fine dell'anno col proprio sito. Anche se i siti del registro saranno fisicamente posti in differenti luoghi, essi conterranno, comunque, le stesse informazioni. I membri della comunità Uddi sono cresciuti dai 36 del settembre scorso agli attuali 260. Ariba, un altro dei soci fondatori dell'Uddi ha, invece, leggermente spostato il proprio focus: invece di entrare come membro operatore, aiuterà ad accrescere il numero delle altre società partecipanti. La seconda versione della specifica Uddi dovrebbe arrivare tra qualche mese. Le informazioni sulla specifica si trovano sul sito dell'organizzazione Uddi, che include anche i collegamenti alle aziende del registro, mentre i due siti live di Ibm e Microsoft sono raggiungibili dai siti stessi delle società.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here