Microsoft dà l’ultimatum. Yahoo: ok se il prezzo è giusto

Il board di Yahoo risponde a Ballmer. Si può fare, ma non a 31 dollari per azione

Yahoo risponde a Microsoft. In una lettera il board dell’Internet company risponde all’ultimatum di Steve Ballmer che ha concesso tre settimane di tempo per accettare l’offerta di Microsoft.

Yahoo risponde di non essere contraria all’offerta ma iol prezzo deve essere rivisto. "Abbiamo continuato a chiarire che non ci opponiamo a una transazione con Microsoft se essa è nel miglior interesse dei nostri azionisti", dice la lettera.
"La nostra posizione è semplicemente che qualsiasi transazione deve essere a un prezzo che rifletta pienamente il valore di Yahoo, compresi eventuali benefici strategici per Microsoft, e in termini che diano certezza ai nostri azionisti".

Nella lettera indirizzata al board di Yahoo, Ballmer scrive che "ora è il tempo" di negoziare i termini finali dell'intesa. "Se non concludiamo un accordo entro le prossime tre settimane, saremo costretti a portare il caso direttamente davanti a vostri azionisti, compreso l'avvio di una battaglia delle deleghe per eleggere una lista alternativa di direttori".

Ballmer ha anche minacciato di ridurre l'offerta se Yahoo non rispetterà la scadenza: "L'azione avrà un impatto indesiderato sul valore della vostra società dal nostro punto di vista, che si rifletterà sui termini della nostra proposta".

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here