Microsoft cresce ma cambia lo scenario

Oltre le attese la trimestrale. La società è però più cauta su Xbox e Net services.

Nel secondo trimestre dell'esercizio fiscale in corso, chiuso il 31
dicembre, Microsoft ha registrato un fatturato di 12,54 miliardi di dollari, in
crescita rispetto agli 11,83 del pari periodo del precedente esercizio, e utili
per 2,63 miliardi, pari a 26 centesimi per azione, in questo caso in calo
rispetto ai 3,65 miliardi, pari a 34 centesimi, dell'anno prima.

Un risultato che si attesta in ogni caso al di sopra sia delle previsioni rilasciate da Microsoft nel mese di ottobre, sia al di sopra delle attese degli analisti.
Per il trimestre in corso,
la società si attende un fatturato compreso tra i 13,7 e i 14 miliardi di
dollari, con utili tra i 45 e i 46 centesimi per azione.


Non cambiano significativamente le previsioni relative
all'intero esercizio, attestate tra i 50, 2 e i 50,7 miliardi di dollari, ma ci
sono dei cambiamenti sostanziali per quanto riguarda la composizione del
fatturato. Microsoft assegna oggi un maggiore peso specifico al revenue
proveniente da Windows, Office e l'area server, mentre c'è qualche cautela in
più per quanto riguarda Xbox e attività Internet. L'area Net services, alla
quale era prima assegnata una previsione di crescita compresa tra il 7 e l'11%,
oggi si attesta tra il 3 e l'8 per cento.


Per quanto
riguarda la Xbox, invece, si parla di 12 milioni entro la fine del mese di
giugno: un totale ridimensionato rispetto alle precedenti previsioni attestate
tra i 13 e i 15 milioni di pezzi.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here