Calendario intelligente, Microsoft lo fa con Genee

Certo, non è una acquisizione della stessa portata di quelle con le quali Microsoft ha rilevato gli asset di LinkedIn o di Xamarin, tuttavia è una conferma della strategia di Satya Nadella, sempre più interessato a far crescere la società anche attraverso acquisizioni che accrescano il suo patrimonio di competenze in settori definiti chiave.

È dunque in quest’ottica che va letto l’accordo per rilevare, per una Microsoft cifra non precisata, gli asset di Genee, startup che ha sviluppato un assistente virtuale per la gestione degli appuntamenti.
L’intenzione è quella di integrare Genee in Office 365, dotando la piattaforma di un sistema intelligente in grado di interpretare richieste del tipo “fissiamo un appuntamento a pranzo questa settimana” e trasformarle in appuntamenti sul calendario, dopo aver analizzato le agende dei partecipanti.
Genee-Logo

Genee: linguaggio naturale e algoritmi decisionali

Genee, si legge sulla nota pubblicata sul blog ufficiale di Microsoft, è stata fondata nel 2014 da Be Cheung e Charles Lee, che entreranno a far parte dei team di Microsoft, con l’obiettivo di semplificare le attività di programmazione e riprogrammazione di appuntamenti, considerate particolarmente onerose nei gruppi di lavoro e quando non si ha accesso diretto al calendario di tutti i partecipanti.
Genee utilizza il linguaggio naturale e algoritmi decisionali ottimizzati per questa attività.
Nel caso dell’appuntamento per pranzo citato ad esempio, sarà Genee che contatterà direttamente i partecipanti proponendo già un ventaglio di date possibili, completando il processo di definizione dell’appuntamento senza nessun intervento diretto da parte dell’utente proponente.
Genee va dunque ad aggiungersi al set di strumenti che portano “intelligenza” in Office, da Delve, che consente di trovare ciò che  rilevante per l’utente all’interno dei documenti condivisi in una organizzazione, a Focused Inbox, che filtra le mail meno importanti.

I due fondatori hanno intanto comunicato alla community dei loro utenti che il servizio verrà chiuso il prossimo 1° settembre, anche se al momento non è chiaro se Genee verrà subito integrato in Office 365 o se Microsoft intende portarlo anche su altri prodotti e servizi, Cortana in primis.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here