Microsoft BizTalk Accelerator, un occhio alla comunità dei servizi finanziari

Il prodotto, declinato appositamente per i Financial Services, supporta il famoso sistema Swift, che regola i mandati di pagamento a livello internazionale.

6 novembre 2002 Un nuovo acceleratore per la piattaforma Microsoft BizTalk viene incontro agli standard e alle normative vigenti nel settore dell'information technology per i servizi finanziari. BizTalk Accelerator for Financial Services supporta il famoso sistema Swift che regola i mandati di pagamento a livello internazionale e aiuta le organizzazioni aziendali a integrare al proprio interno la messaggistica di tipo finanziario e a implementare le applicazioni transazionali.

Il sistema Swift (Society for worldwide interbank financial telecommunications) viene utilizzato da settemila istituzioni finanziarie in duecento nazioni per svolgere funzioni di messaggistica e transazioni. Il nuovo acceleratore di Microsoft punta a ridurre i costi di entrata nel filone del middleware finanziario con una soluzione basata sulla piattaforma di integrazione BizTalk Server 2002. Il software permette di gestire le cosiddette exceptions, razionalizzare i dati di riferimento, individuare e correggere i messaggi difettosi e realizzare nuovi sistemi compatibili con gli standard Swift e Financial Information eXchange.

La prima versione dell'acceleratore è focalizzata sul trattamento dei pagamenti e sulle trattative sul mercato dei capitali, sulle compensazioni e sui processi di delivery. Il modulo messo oggi a disposizione dei clienti Microsoft contiene più di novanta specifiche o schemi di documento che descrivono i messaggi Swift e quelli conformi alle regole Isitc (International securities association for institutional trading and reporting). La scorsa settimana Microsoft aveva rilasciato una analoga versione di BizTalk Accelerator per le applicazioni mutualistiche e previdenziali.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here