Microsoft: 20.000 righe di codice per l’interoperabilità

La società rilascia 20.000 righe di codice sotto licenza Gplv2 per facilitare l’interoperabilità con Linux in ambienti virtualizzati.

Obiettivo: garantire la compatibilità e la migliore interoperabilità di Linux con le tecnologie di virtualizzazione Windows Server 2008 Hyper-V o Windows Server 2008 R2 Hyper-V.

Per questo motivo, nella serata di ieri, Microsoft ha rerso noto di voler contribuire al kernel Linux con oltre 20.000 righe di codice sotto licenza Gplv2.

L'annuncio, che le comunità degli analisti questa mattina definiscono "shock", è parte di una più complessa strategia di avvicinamento della società verso la comunità open source e, secondo le dichiarazioni di intenti espresse ieri, deve essere considerato uno step, al quale certamente ne seguiranno altri.

In particolare, in questa prima fase Microsoft rilascia tre driver, vale a dire tre moduli software che dovrebbero facilitare l'interconnessione, attraverso Hyper-V, del kernel Linux con le risorse della macchina fisica.
Altro dovrebbe seguire in tempi successivi.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here